Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.

La cannabis è legale? Francia, Europa e resto del mondo.

In Francia, il cannabis legale suscita ancora ampi dibattiti. Dsempre più paesi lo stanno legalizzando o alleggerendo le loro politiche riguardo a lui. Allo stesso tempo, il leggi francesi voglio ancora essere repressivo. Il primo ministro Édouard Philippe ha tuttavia dichiarato, all'inizio del 2019, che sarebbe stato sciocco non farlo aprire il dibattito sulla legalità della cannabis terapeutica in Francia. In quali paesi del mondo è legale la cannabis? Che dire del Diritto europeo in generale e quello della Francia in particolare? Weedy . Fr ti dice qualcosa in più su ciò che può e non può essere fatto.

Cannabis legale, disparità nel mondo

Dal punto di vista del governo, ci sono generalmente due tipi di cannabis. Da un lato c'è il la cosiddetta cannabis terapeutica, utilizzato per scopi medici. Dall'altro, a il cosiddetto uso ricreativo evidenziando le proprietà psicotrope della pianta. Come al solito negli argomenti relativi alla cannabis, il tasso di sostanze psicoattivee quindi THC, è al centro del dibattito.

Per uso medico, molti paesi ora riconoscono alcuni vantaggi per la cannabis. Sebbene non siano sempre ben noti o dimostrati, molti paesi hanno deciso di farlo legalizzare l'uso. L'elenco sta crescendo regolarmente. Australia, Cile e Tailandia sono particolarmente internazionali in questo caso. In Europa, Croazia, Grecia, Cipro, Germania, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi e Finlandia hanno già fatto il grande passo.

Per uso ricreativo, la legislazione è generalmente più severa. I paesi del mondo rientrano in tre categorie principali.

Paesi in cui la cannabis è legale

Cannabis legale in Canada-min
La cannabis è ora legale in tutto il Canada

In alcuni paesi, la cannabis è completamente legale. IlUruguay e Canada sono, nel 2019, gli unici ad averlo completamente legalizzato, sia per uso terapeutico che ricreativo. L'Uruguay è stato un pioniere nel 2014, il Canada ha aspettato fino all'autunno del 2018. Studi a lungo termine in questi due paesi dovrebbero consentire di trarre conclusioni sulla base del fatto che sia legale o meno usare la cannabis in altri paesi. altri paesi.

Il Stati Uniti, diversi stati consentono l'uso ricreativo, ma la cannabis rimane vietata a livello federale. In Georgia e in Sudafrica, il consumo è legale, ma non la vendita.

Paesi che depenalizzano o non applicano le loro leggi sulla cannabis

In termini di legge, non esiste cannabis legale in questi paesi. Tuttavia, non lo è non considerato un crimine ou la legge è semplicemente poco applicata lì e quindi gli utenti non sono condannati. Questo è il caso in Europa della Repubblica Ceca o della Germania. Su scala globale, India, Argentina e Pakistan stanno aggiungendo in particolare all'elenco. Nella maggior parte di questi paesi, tuttavia, solo uno consumo personale è tollerato, ma non la sua cultura o il suo commercio.

Paesi in cui la cannabis è rigorosamente illegale

In Europa, ora ci sono pochissimi paesi in cui la cannabis per uso ricreativo rimane illegale e regolarmente sanzionata. Questo è ancora il caso del France, ma anche Ungheria o Regno Unito. A livello globale, gran parte dell'Africa, del Medio Oriente e della parte centrale dell'Asia sono principalmente le regioni che sanzionano l'uso della cannabis.

Legge europea sulla cannabis

Cannabis legale e Unione Europea-min
Il quadro giuridico per la cannabis non è ancora chiaro nell'Unione europea

Le quadro giuridico per l'uso della cannabis in Europa non è molto chiaro. il Regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 afferma esplicitamente, tuttavia, che coltivavano varietà di canapa di cui Il contenuto di THC è inferiore allo 0,2% sono ammessi. Se esistono disparità nazionali, è la legge europea che è comunque autentica, conseguentemente alcune varietà di canapa possono essere considerate cannabis legale.

Le Diritto europeo si basa anche su a libera circolazione dei prodotti agricoli. L'organizzazione comune dei mercati implica quindi l'autorizzazione all'importazione, all'esportazione e quindi il commercio della canapa. Questa direttiva riguarda tutte le imprese all'interno dell'UE. A condizione che il livello di THC non superi quello autorizzato e quindi rimanga al di sotto dello 0,2%.

In Europa, le leggi sono ancora intese come particolarmente proibitive, ma la situazione non è uguale in tutti i paesi. il Paesi Bassi sono ovviamente noti per la loro apertura sul tema, ma sono stati uniti daSpagna. Entrambi i paesi offrono in vendita prodotti a base di cannabis purché il rivenditore disponga di una licenza. In entrambi i casi, non esiste una rigorosa legalizzazione della cannabis, ma a autorizzazione al consumo in un ambiente strettamente privato. Tuttavia, il Parlamento europeo sta prendendo in considerazione un nuovo quadro giuridico e potrebbe persino partecipare al programma sviluppo del settore legale della cannabis in Europa.

Verso la cannabis legale in Francia?

Legislazione francese sulla cannabis-min
La Francia mantiene leggi repressive sull'uso della cannabis

All'inizio del 2019, 21 dei 28 paesi dell'Unione Europea avevano cannabis legalizzata per uso terapeutico. La Francia continua ad applicare leggi repressive sul suo uso, qualunque esso sia. L'agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (ANSM) ha tuttavia dato il via libera da dicembre 2018 per a uso terapeutico della cannabis. Ha inoltre espresso il desiderio di utilizzare i primi esperimenti in questo settore entro la fine del 2019.

Legalmente, la produzione, il possesso e il consumo di cannabis rimangono proibiti. Sotto il suo nome di canapa, tuttavia, l'impianto presenta numerosi vantaggi industriali. L'industria automobilistica, tessile, cosmetica e persino alimentare lo usano in particolare. La canapa viene quindi utilizzata per realizzare tessuti, biancheria da letto o isolamento termico.

La pianta c è quindi autorizzato in Francia. Tuttavia, non dovrebbe avere effetti psicotropi (in bilico). Inoltre, deve soddisfare rigorosamente tre criteri, senza alcuna possibile deroga. In primo luogo, varietà di cannabis autorizzate sono in un elenco. In secondo luogo, l'uso è limitato a determinate parti della pianta, vale a dire semi e fibre. Infine, il livello di THC presente nell'impianto deve rimanere inferiore allo 0,2%.

L'alternativa al CBD

Le CBD soffre ancora l'ignoranza di i suoi effetti, in particolare in Francia, dove la legge sulla cannabis è sempre stata repressiva. L'interesse per scienziati e governi stranieri, tuttavia, suscita curiosità. Molti prodotti CBD stanno emergendo ogni anno, espandendo continuamente l'elenco di prodotti legali di cannabis. Presenta oggi una vera alternativa ai componenti psicoattivi della marijuana. Più la ricerca scientifica avanza, più CBD sembra presentarsi come l'ovvia porta d'accesso alla cannabis legale in Francia. Vedi anche: CBD nel mondo.

Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.