Come può il CBD alleviare l'orticaria?

Stimiamo a 20% della popolazione che sviluppa, ad un certo punto della loro vita, una riacutizzazione di alveari. A volte è un episodio isolato, altri di a orticaria cronica (0,5-2% della popolazione) che appare e scompare regolarmente sulla pelle delle persone che soffrono, lasciando loro poca tregua. Rinomato per i suoi effetti calmanti, antinfiammatori e lenitivi sulla pelle, il cannabidiolo (CBD) offre ora nuove speranze per un trattamento. Vediamo in questo articolo come il CBD può aiutare ad alleviare l'orticaria e quello che sappiamo sull'uso del cannabinoide su questo tipo di problema della pelle.

Cos'è l'orticaria?

sintomi di orticaria min

Una riacutizzazione dell'orticaria sembra un morso di ortica

L'orticaria è una malattia "vecchia", nel senso che è nota da molto tempo ed è facile da diagnosticare. Tuttavia, rimane relativamente poco compreso e difficile da curare, che ciò sia in vista dell'appropriato trattamento ma anche dell'individuazione della causa della comparsa dei focolai di orticaria. Pertanto, molte persone con l'orticaria hanno ancora difficoltà a gestire effettivamente i loro attacchi, e quindi vivere comodamente con la loro patologia. Allergologi e dermatologi sono poi sempre dei buoni consigli, consigli che non sono necessariamente sufficienti per beneficiare di una soluzione soddisfacente.

Dal lato della manifestazione dei sintomi, troviamo sempre Eruzioni cutanee, generalmente accompagnato da prurito e papule : macchie rosse e spesse che ricordano le punture di ortica. Dolori articolari, problemi digestivi e una leggera febbre possono accompagnare anche la comparsa di placche sulla pelle, più raramente edemi.

Cause di un riacutizzazione dell'orticaria

Le cause dell'orticaria rimangono relativamente poco conosciute. Sembrano comunque molto grandi e di varia provenienza:

  • Alimentazione: soprattutto dopo il consumo di uova, latte, frutta a guscio, pesce e frutti di mare, frutti rossi o cioccolato.
  • Farmaco: assunzione di aspirina, alcuni antibiotici, farmaci antinfiammatori non steroidei (in particolare l'ibuprofene), codeina, anestetici, ecc.
  • ambiente: puntura d'insetto, alcuni saponi e prodotti cosmetici, gioielli (in particolare contenenti nichel), lattice.
  • Salute mentale: tempi stressanti principalement.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il grilletto non è la vera causa dell'insorgenza dell'orticaria, ma in effetti un elemento che ne incoraggia l'aspetto. La vera causa da parte sua rimane molto difficile da identificare, il che non impedisce di dover trattare la crisi il più rapidamente possibile per evitare disagi.

CBD e orticaria: un binomio vincente?

cbd per alleviare l'orticaria min

Il CBD ha effetti riconosciuti sulla pelle e su alcune delle sue irritazioni

Nel migliore dei casi, una riacutizzazione di alveari andrà via rapidamente prendendo antistaminici. Poche ore, al massimo qualche giorno, bastano poi a placare una crisi. Quando ciò non è sufficiente, ad esempio se le placche si diffondono su gran parte del corpo o colpiscono il viso, devono essere assunti corticosteroidi orali (corticosteroidi).

Il problema dei corticosteroidi

I corticosteroidi sono formidabili di fronte a molti problemi cutanei e/o allergici. L'orticaria non fa eccezione e risponde molto bene al trattamento con cortisone. La molecola è infatti ideale per fermare l'infiammazione. Appartiene anche alla famiglia dei farmaci antinfiammatori steroidei.

Il problema è che è tutt'altro che privo dieffetti collaterali. Questi includono:

  • Aumento di peso,
  • Ritenzione idrica,
  • Problemi di digestione
  • insomnie,
  • il Nervosismo,
  • stato depresso,
  • Problemi di pressione sanguigna (di solito ipertensione).

Alcuni di questi effetti collaterali si riscontrano anche durante l'assunzione di antistaminici, che possono causare aumento di peso, sensazione di sonnolenza o disturbi del rischio cardiaco. La ricerca di'alternative ai trattamenti convenzionali contro l'orticaria rappresenta quindi una vera speranza per tutti coloro che ne soffrono.

La speranza dei prodotti CBD per alleviare l'orticaria

Non è più un segreto per molte persone, il cannabidiolo ha effetti virtuosi sulla pelle e quindi si distingue come un alleato d'elezione quando si tratta di alleviare certi dolori e certe irritazioni cutanee. Il mercato quindi offre già molti prodotti sfruttando effetti del CBD sulla pelle:

Pertanto, il cannabidiolo in generale e l'olio di CBD in particolare mostrano effetti virtuosi sulla pelle, che non sembrano molto lontani da ciò che stiamo cercando di ottenere nell'ambito del trattamento dell'orticaria. E quindi costituiscono una vera speranza.

Nel caso specifico dell'orticaria, la mancanza di ricerche approfondite lascia però ancora spazio all'incertezza.

Trattamento dell'orticaria con CBD: cosa sappiamo

cbd orticaria min

I cannabinoidi nei fiori di CBD possono aiutare ad alleviare gli attacchi di orticaria

La cattiva notizia per chiunque soffra di orticaria è che, al momento in cui scriviamo, non ci sono abbastanza dati scientifici per trarre conclusioni definitive sull'influenza diretta del CBD sul corpo: orticaria. Tuttavia, ci sono alcune buone notizie per compensare questo. Sappiamo in particolare che il CBD ha proprietà anti-infiammatorie bella e ben collaudata. È anche noto che è in grado, nell'uso topico (locale, direttamente sulla pelle), dilenire certe irritazioni eidratare la pelle.

Ad oggi, quindi, sembra inverosimile affermare che il cannabidiolo possa curare l'orticaria. Ciò che non è irragionevole è considerare seriamente ilcomfort che può portare in applicazione diretta, in particolare riducendo il disagio legato al prurito o la sensazione di bruciore legata all'orticaria. Enorme vantaggio del CBD, lo fa nessun effetto collaterale evidente ed è molto facile da applicare e penetrare : un enorme vantaggio quando la pelle è irritata.

Condividere: