Legge CBD in Germania: legge contro realtà

Sulla carta Il CBD è legale in Germania a differenza della cannabis, che rimane generalmente vietata. In pratica, tuttavia, ci sono sfumature da notare. Quello che dice la legge e quello che fa la polizia sono infatti due cose separate al di là del Reno. Inoltre, al di là dei testi ufficiali, le usanze sono ben diverse che in Francia con un'apertura voluta da alcuni schieramenti politici… ma non necessariamente dalla popolazione. Ritorno al Legislazione CBD in Germania e sulle particolarità del Paese rispetto al caso francese.

CBD in Germania: cosa dice la legge

piazza della repubblica min

Per una volta, il Legge tedesca sul CBD è abbastanza semplice. Come nel resto d'Europa, quest'ultimo è legale al 100%. Tuttavia, resta vietato commercializzare, acquistare o consumare un prodotto CBD il cui livello di THC (il cannabinoide psicoattivo nella cannabis) supera 0,2%. A questo proposito, l'ultima PAC (per la Politica Agricola Comune, a livello di Unione Europea) ha proposto una legge che prevedeva un aumento di tale aliquota allo 0,3% entro il 2023. Nel frattempo c'è l'aliquota usuale di allo 0,2% di che si applica, anche in Germania.

In Francia, ad esempio, vi sono ancora dubbi sulla capacità dei rivenditori di vendere fiori di CBD a lungo termine. In Germania, anche un bar era stato interessato perché vendeva tè alla canapa. Nel marzo 2021, la Corte di giustizia federale tedesca ha deciso di ribaltare la condanna dei direttori degli avvocati, basandosi su due argomenti principali:

  • La vendita di fiori di canapa ricchi di cannabidiolo (CBD) non è illegale.
  • Non è stato dimostrato che il bar abbia alcun obiettivo di intossicare i suoi clienti vendendo prodotti a base di cannabis.

Aggiornamento legale sulla cannabis in Germania in generale

Evidenziare, 63% di tedeschi [in inglese] si oppongono alla legalizzazione della cannabis. Una stragrande maggioranza quindi, tutt'altro che figure francesi (78% a favore della cannabis terapeutica e 51% a favore della completa depenalizzazione).

Tuttavia, la legge sulla cannabis non è più severa in Germania, anzi.

il consumo personale di cannabis è consentito in germania min

Consumo personale

Ufficialmente, il possesso di cannabis è illegale in Germania e il possesso di droghe è punibile con sanzioni di fino a 5 anni di reclusione. Tuttavia, la cannabis ricreativa è depenalizzata e l'uso di cannabis non è considerato un reato. Senza una storia, con una piccola cifra (variabile a seconda della regione) e senza il coinvolgimento di altre persone, il rischio di sanzione è quindi basso. In caso contrario, le pene detentive vengono generalmente decadute se un consumatore accetta di ricevere un trattamento.

Vendita di cannabis in Germania

La vendita e la fornitura di cannabis, invece, è ancora considerata essere reati, altrimenti relativamente grave. La vendita di cannabis rimane quindi punibile con cinque anni di reclusione, con possibilità di proroga della pena fino a 15 anni in presenza di circostanze aggravanti (vendita a minori, coinvolgimento di minori in tratta, uso di armi, organizzazione di bande in particolare).

Coltivazione di canapa

Dal 1982 al 1996, la coltivazione della canapa è stata completamente vietata in Germania. Di fronte alle pressioni degli agricoltori, supportate dalla sfera scientifica, il divieto non ha resistito ed è ora possibile coltivare canapa a basso contenuto di THC e quindi potenzialmente ricco di CBD. Tuttavia, la coltivazione per la vendita di cannabis rimane vietata. e soggetto alle stesse penali della vendita.

Cannabis terapeutica: legale in Germania dal 2017

La cannabis medicinale è stata autorizzata in Germania dal 2017. La legislazione ha anche permesso al paese di diventare il il più grande mercato di cannabis medica in Europa. Nel 2017, solo 1 pazienti hanno potuto accedere al programma. Nel 000 la cifra è salita a 2018 persone. Nel 40 la Germania ha deciso di non importare più sistematicamente i trattamenti e quindi di coltiva la tua cannabis medica. I medici possono quindi prescriverlo, anche se molti sono ancora restii a questa idea e alcune casse malattia (un buon terzo) si rifiutano ancora di coprire i costi.

il mercato tedesco della cannabis medica è il più grande in europa min

Quindi, come altrove in Europa, il CBD è legale, ma la cannabis no. Alcune differenze con altri paesi, e in particolare la Francia, sono comunque da sottolineare, principalmente per l'unicità del sistema politico tedesco.

Un sistema politico separato

Il sistema politico tedesco è molto diverso da quello che conosciamo in altri paesi europei. Ciò implica in particolare l'organizzazione del paese in regioni autonome le luci, Länder, essendo la Germania uno stato federale, come ad esempio la Svizzera. Questi Länder sono gestiti da un governo... che ha le sue particolarità. Spieghiamo cosa significa questo per il CBD.

Il "problema" del federalismo tedesco

La Francia e uno stato unitario: per dirla semplicemente, il governo decide per l'intero paese. In Germania, il federalismo implica che ogni regione decida da sé una serie di cose. Per il CBD, questo non cambia molto poiché tutti sono d'accordo sull'assenza di pericolo che rappresenta. Per la cannabis in generale, tuttavia, ciò significa che, nonostante una legge comune, alcuni stati federali sono più tolleranti di altri. In tal modo, essere controllato con il consumo personale a Berlino è generalmente meno di un problema che in Baviera (nel sud della Germania), molto più severi (circa 15 grammi tollerati contro 6).

Governare con più partiti

Un'altra specificità tedesca è che il governo federale deve avere la maggioranza dei seggi nel Bundestag. Per farla semplice, questo significa che dopo un'elezione due o tre parti devono concordare di governare insieme. Quindi, quando parliamo della "coalizione giamaicana", ciò non significa necessariamente che il governo diventerà improvvisamente più aperto alla canapa, alla cannabis o persino al CBD. Al contrario, in termini di “colori” politici, corrisponde a un'alleanza tra Unione Cristiano-Democratica (CDU, nero), Partito Liberal Democratico (SPD, giallo) e Verdi (Die Grüne, verde). Tuttavia, se la maggioranza dei partiti tedeschi è oggi aperto alla depenalizzazione o alla legalizzazione della cannabis, per due di loro non è così: la CDU, che è uno dei principali partiti, e l'AFD (partito di estrema destra).

Questa operazione può essere spiegata storicamente, ma rallenta gravemente la macchina politica tedesca.

Condividere: