CBD in Svizzera: legge, sviluppo del mercato e dell'esportazioni

La Svizzera è un paese di fama internazionale per il suo prendersi cura del settore della cannabis. Riconosciamo in particolare un eccezionale livello di tolleranza nei confronti dei consumatori e dei produzione di derivati ​​di qualità. il cannabidiolo (CBD), è quindi particolarmente evidenziato. Tuttavia, la cannabis non lo è in senso stretto, non legale sul territorio svizzero. Che dire della situazione attuale del CBD in Svizzera ? Cosa dice la legge e che posto occupa veramente questo mercato tra i nostri vicini? Questo è l'argomento di questo articolo.

Cannabis e CBD in Svizzera: cosa dice la legge

Svizzera-flag-montagna

Svizzera, il CBD è perfettamente legale

secondo legge svizzerae, come in molti altri paesi, il la cannabis è considerata un narcotico. L'Ufficio federale della sanità pubblica lo classifica come tale dal 1951, data che segna il suo divieto. Più specificamente, l'UFSP riconosce nei suoi testi giuridici l'esistenza di oltre 400 composti chimici nella pianta della canapa. Tra questi, Seoul tetraidrocannabinolo o THC, è riconosciuto come sbalorditivo. Gli altri cannabinoidi, cannabidiolo in testa, vengono quindi chiaramente scartati poiché non produce nessun effetto psicoattivo comparabile.

Secondo l'UFSP, il il cannabidiolo non è soggetto alla legge sui narcotici. Come tale, la legislazione del CBD in Svizzera è vicino a quello che possiamo avere in Europa, che si tratti di Francia, Belgio, Lussemburgo o altri membri dell'UE. Allo stesso modo il governo federale ritiene che la ricerca esistente non lo abbia fatto non fornire prove sufficienti per pronunciarsi sui suoi effetti. Tuttavia, un medico svizzero può prescrivere droghe contenenti cannabis.

Quale livello di THC nel CBD svizzero?

Consumo-CBD-Svizzera-use-personale

Per uso personale e in quantità limitate, l'uso di cannabis in Svizzera presenta pochi rischi

In tutti i casi, prodotti derivati ​​dalla cannabis contenenti meno dello 1% di THC non rientrano nella legge sugli stupefacenti. Finché i livelli di cannabinoidi sono controllati, I prodotti ricchi di CBD sono quindi perfettamente legali in Svizzera. Coltivare, industrializzare e la commercializzazione del cannabidiolo è quindi legale.

In particolare, i prodotti contenenti meno dello 1% di THC, ma può essere ricco di cannabidiolo liberamente venduti e consumati. Questo ovviamente riguarda prodotti come Oli di CBD, capsule e Cosmetici CBD. Sebbene favorevole a diverse modalità di utilizzo, il Fiori di cannabis CBD sono principalmente fumi sotto forma di sigilli. Considerato dannoso per la salute, questo il metodo di consumo non è proibito. È quindi possibile vendere, acquistare o fumare legalmente CBD in Svizzera.

Ufficialmente vietati, prodotti contenenti più dell'1% di THC in Svizzera sono comunque soggetti ad una certa tolleranza. Un adulto adulto incorre quindi in a multa di 100 franchi svizzeri (circa 92 euro) in caso di consumo di cannabis. Tuttavia, la legge prevede non punire i proprietari di marijuana, per quanto in loro possesso non supera i 10 grammi. Oltre a ciò, è prevista una multa accompagnata da una pena detentiva fino a 3 anni. Tuttavia, i diversi cantoni non sono allineati sulle questioni relative alla cannabis e continuano ad applicare procedure diverse. L'hashish, o resina di canapa, invece, è totalmente vietato, indipendentemente dal suo contenuto di THC.

Peso del mercato della cannabis in Svizzera

Uno studio condotto congiuntamente da Addiction Switzerland, School of Criminal Sciences (Unil) e Unisanté ha evidenziato un consumo annuo di cannabis da circa 40 a 60 tonnellate sul suolo svizzero. Queste cifre, riviste al ribasso rispetto alle stime precedenti, confermano tuttavia il primo posto della cannabis sul podio di sostanze illegali più comunemente usate.

All'inizio del 2020, il mercato della cannabis è quindi stimato tra 340 e 500 milioni di franchi svizzeri (Da 318 a 468 milioni di euro). Apparentemente importanti, queste cifre devono comunque essere confrontate con quelle di altri stupefacenti. Soprattutto perché devono essere rivisti al ribasso quando si tratta di entrate pure (da 220 a 325 milioni di franchi svizzeri, vale a dire da 206 a 304 milioni di euro). In confronto, la cocaina scorre per 500 milioni di franchi (468 milioni di euro) ogni anno, fortunatamente per un consumo dieci volte inferiore a quello della cannabis.

Sviluppo del mercato del CBD in Svizzera

Ottenere il CBD in Svizzera non è difficile. Spesso chiamata cannabis legale o semplicemente canapa sull'etichetta dei prodotti che lo contengono, è facile da ottenere. Non è raro trovare una bevanda alla cannabis aromatizzata al supermercato o sigarette pre-rollate nei distributori automatici. Va detto che con l’allentamento della legge nel 2016, il numero di imprenditori di prodotti a base di CBD registrato in Svizzera è aumentato da 5 all'inizio del 2017 a oltre 500 all'inizio del 2018.

La presenza di a concorrenza sostanziale ha diversi effetti sul mercato. Innanzitutto, il ricchezza dell'offerta permesso, a differenza di alcuni limiti che il Canada può ad esempio rispettare, di soddisfare pienamente la domanda. Questa domanda, che all'inizio era molto forte, si è gradualmente stabilizzata. La fornitura ha quindi finito per superarla. Conseguenza logica in questo paese mossa da a mercato molto aperto, molti negozi specializzati nella vendita di cannabidiolo hanno chiuso pochi mesi dopo l'apertura.

Il prodotto tuttavia ha approfittato della situazione per democratizzare e farsi conoscere ampiamente al grande pubblico. Non solo Il CBD svizzero è diventato un prodotto molto comune nel paese, ma ora beneficia anche di un’aura internazionale, incoraggiata dalla competenza dei produttori svizzeri sul campo.

Radiazione di CBD svizzero per esportazione

Prodotti-CBD-Svizzera

Il CBD in Svizzera è la star di molti prodotti che stanno attraversando l'Europa

La conseguenza principale della moltiplicazione dei produttori svizzeri di CBD, è che il prodotto è ora meglio conosciuto e disponibile in quantità troppo grandi per il mercato nazionale. Oltre a una qualità ormai rinomata, anche il CBD svizzero ha conosciuto un significativo calo dei prezzi da pochi anni.

Il mercato locale è completamente saturo, la Svizzera si rivolge quindi ai suoi vicini europei, Italia e Francia in testa. Alcuni adattamenti erano tuttavia necessari poiché il livello di THC autorizzato è 5 volte superiore rispetto al resto dell'UE (1% contro 0,2%).

Questa situazione unica contribuisce alla realizzazione del CBD Svizzero, uno dei più famosi e diffusi in Europa.

Condividere: