CBG (cannabigerolo): definizione, effetti e scelte

Adorato o diffamato, il CBD e il THC sono i re dei cannabinoidi. Tuttavia, esistono più di cento di queste molecole, con effetti a volte altrettanto interessanti. Questo è il caso di CBG o cannabigerolo, un cannabinoide sempre più noto che esibisce effetti simili a quelli del CBD. Che cos'è esattamente, quali effetti aspettarsi e come garantire che un derivato della cannabis contenga un livello interessante di CBG? Questo è ciò che ti spieghiamo oggi.

Cos'è il cannabigerolo (CBG)?

Il CBG (cannabigerolo) è uno dei cannabinoidi della cannabis
Il CBG è uno dei cannabinoidi nella cannabis

CBG è un cannabinoide, per definizione a chimica prodotta naturalmente dalla pianta di cannabis (legale o no). Fa quindi parte di una grande famiglia composta da più di cento molecole diverse. Questi ultimi sono principalmente noti per essere in grado di attivare i recettori CB1 e CB2 del sistema endocannabinoide (SEC) del corpo umano. Per dirla semplicemente: il CBG, come altri cannabinoidi, può essere di origine vegetale, la sua struttura chimica gli conferisce capacità di agire sul corpo umano. E non lo nega, ma tra un attimo torneremo su quel punto.

Prima di CBG, CBGA

Andiamo più in dettaglio. All'origine del CBG c'è una molecola particolarmente interessante: CBGA. Come con altri cannabinoidi, terminare con una "A" significa che è a forma acida. Questo è vero per esempio per il CBDA, la forma acida del CBD e il THCA, forma acida di THC. Oro, il CBGA è notevole perché lui è il il primo acido cannabinoide che si è formato nella pianta, per raggiungere la sua massima velocità al momento della fioritura.

Un classico acido cannabinoide si trasforma in una forma neutra quando la pianta viene esposta alla luce solare o viene fumata, per esempio. Questo fenomeno è chiamato decarbossilazione. Questo è quando, ad esempio, il CBDA diventa CBD.

Se il CBGA è così speciale, è perché non produce solo CBG, ma tutti i cannabinoidi nella loro forma neutra che conosciamo. In tal modo, quasi tutto il CBGA presente in una pianta di canapa si trasforma, durante la sua evoluzione, in THC e CBD ! Il tasso finale di CBG (al momento della raccolta) quindi generalmente non supera l'1%.

CBG, CBD, THC e altro: trovare la tua strada nella giungla dei cannabinoidi

Difficile navigare in questo oceano di acronimi che è il mondo della cannabis legale, non è vero? Nessun problema, riassumiamo, per chi sta appena iniziando a interessarsi a questa pianta ricca di sorprese.

  • THC, o tetraidrocannabinolo: l'unico cannabinoide che mostra effetti psicoattivi e che creano dipendenza. È quindi l'unico ad essere considerato un narcotico. In tutta l'UE, solo i prodotti contenenti meno dello 0,2% di THC sono ammessi.
  • CBD o il cannabidiolo: il più famoso dei cannabinoidi legali. È anche il secondo più presente allo stato naturale nella pianta di canapa (dietro al THC). Gli vengono attribuiti effetti lenitivi, molto ricercati dai suoi consumatori.
  • CBN, o cannabinolo: meno conosciuto, il CBN ha comunque potenti effetti sedativi. Derivante dalla trasformazione del THC nel tempo, tuttavia, non presenta i suoi effetti collaterali.

Il CBG è ora indiscutibilmente tra i primi 3 o 4 cannabinoidi più famosi, la più studiata e anche la più facilmente accessibile sul mercato. lui è anche completamente legale, poiché solo il THC è considerato un narcotico dall'Unione Europea.

Quali sono gli effetti del CBG?

Il CBG agisce principalmente sul sistema nervoso
Il CBG agisce principalmente sul sistema nervoso

Ancora relativamente sconosciuto, Tuttavia, gli effetti del CBG sono di crescente interesse per il comunità scientifica come il mercato della cannabis, man mano che impariamo di più sui suoi effetti. Non psicotropo, vero si avvicina agli effetti del CBD. Uno studio del 2018 in parte finanziato dal Ministero dell'Economia spagnolo ha così dimostrato l'azione del CBG sui sensori CB1 e CB2 del sistema endocannabinoide. L'esistenza di effetti sul corpo umano è quindi dimostrata.

Altri studi precedenti tendono a dimostrarlo effetti analgesici. Il cannabigerolo potrebbe quindi essere particolarmente utile nel contesto di trattamento del dolore. Avrebbe anche avuto proprietà antinfiammatorie, avrebbe agito contro il glaucoma e potrebbe aiutare recuperare l'appetito. Infine, è stato testato e ha mostrato risultati positivi nel trattamento dei ratti con cancro al colon poiché ha rallentato lo sviluppo di tumori maligni.

Effetti del CBG rispetto agli effetti del CBD

La molecola madre della maggior parte dei cannabinoidi studiati e consumati per i loro effetti, il CBG viene ripetutamente confrontato con il CBD. Va detto che le due molecole vengono spesso messe su un piano di parità o quasi quando si tratta di lodarne gli effetti. Eppure, esistono alcune differenze notevoli.

In primo luogo, la struttura chimica del CBG è diversa. Logico, altrimenti sarebbe la stessa molecola. Tuttavia, questa (leggera) differenza strutturale porta necessariamente ad effetti diversi, ad esempio nell'azione che svolge sui sensori CB1 e CB2 del sistema endocannabinoide, che entrambi i CBG sembrano attivare.

Quindi, il Concentrazione di CBG (1% o meno nella maggior parte delle varietà di canapa coltivate) è generalmente inferiore a quello del CBD. Ciò significa quindi che gli effetti specifici di quest'ultimo sono particolarmente difficili da discernere quando si consuma cannabis legale.

Sarà quindi necessaria molta ricerca per farlo capire esattamente gli effetti del CBG isolato sull'essere umano. Tuttavia, sembra già realistico affermare che la presenza di CBG in un prodotto derivato dalla cannabis contribuisce aleffetto entourage e quindi, almeno, a uno migliore assorbimento del cannabidiolo da parte del corpo.

Opportunità mediche

Ancora relativamente isolati, questi studi sono incoraggianti per molti pazienti con problemi di salute menzionati poco prima. Tuttavia, devono ancora essere approfonditi grazie a nuove ricerche che consentiranno di confrontare i risultati e comprendere meglio i dosaggi utili. Dovranno ancora esserlo testato sugli esseri umani, poiché la maggior parte dei risultati attuali provengono da test di laboratorio, spesso su specie animali.

Ricordalo, comunque la cannabis medica non è riconosciuta in Francia, né nella maggior parte dei paesi dell'Unione europea. Il CBG non può quindi essere attualmente considerato un trattamento o un farmaco. In questa fase è solo uno prodotto naturale, esibendo effetti sul corpo umano, ma ancora da studiare prima di essere, forse, utilizzato in medicina.

Prodotti CBG: fare la scelta giusta

Prodotti non trasformati, i fiori di cannabis light contengono CBG
Prodotti non trasformati, i fiori di cannabis light contengono CBG

Come abbiamo accennato, il CBG è molto poco naturalmente presente nella maggior parte delle specie di cannabis (1% o meno). Per beneficiare dei suoi effetti, è quindi necessario preferire varietà ricche di CBGe soprattutto favoriscono entrambi prodotti non trasformati, oppure (e questo è sicuramente il modo migliore per garantire la concentrazione di cannabigerolo di un prodotto) di prodotti ad ampio spettro (broad spectrum) o spettro completo (spettro completo). Questo è particolarmente vero con il nostro oli ricchi di CBD e CBG. Li troverai nello store Weedy in varie concentrazioni a 5%, 10%, 15% et 20%.

Condividere:

Condividi su Facebook
Facebook
rimproverare
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I nostri prodotti CBD

Disponibile

CBD naturale e a spettro completo

Olio di CBD 20% Notte - Gusto alle erbe

Altri articoli sul CBD

Iscriviti per ottenere
20% fuori del tuo primo ordine
NO GRAZIE
Torna in cima
form1-4-popup.png

Ricevi offerte esclusive

Iscriviti alla nostra newsletter

Carrello
  • Non ci sono prodotti nel carrello.