Che cos'è il CBD?

Allora qual è la definizione di CBD? Ciò che viene banalmente chiamato cannabis si riferisce generalmente a una pianta con il nome comune di canapa coltivata o, per i botanici, cannabis sativa. È una pianta complessa con componenti ancora poco conosciuti. Tuttavia, é risaputo checontiene decine di cannabinoidi diversi. Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei componenti ma non l'unico. Sono inclusi anche il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) o il cannabinolo (CBN).

Abbiamo tutti i cosiddetti recettori dei cannabinoidi nel nostro cervello. Questo spiega l'azione più o meno forte dei cannabinoidi vegetali presenti nella pianta di canapa sul corpo umano. Sebbene sia sempre più popolare, il CBD è ancora poco conosciuto. Questa guida completa ti dà la sua definizione completa, spiega cos'è veramente, cosa fa, dove trovarlo e come usarlo.

Definizione di CBD (cannabidiolo)

Quest-what-the-CBD-molecola

Il mistero che aleggia sulla definizione di CBD sta nelle sue tre lettere abbreviate. Sarebbe davvero allettante pensare che queste lettere siano un acronimo e quindi nascondano tre parole. Al contrario, dietro questo soprannome ormai di uso comune c'è un solo termine: cannabidiolo.

Secondo un'analisi puramente etimologica, la parola può essere separata in due parti distinte. Ci danno entrambi informazioni preziose sulla definizione di CBD. ' Cannabi ", la radice della parola, si trova in canapa : la pianta da cui viene estratta la molecola. un diolo è un composto chimico chiamato anche glicole. Deve il suo nome alla composizione chimica della sua molecola, inclusi ossigeno e atomi di idrogeno, ed si compone di reazioni simili alle molecole di alcol. Ciò non significa, tuttavia, che il CBD sia un alcool. Al contrario, per definizione il CBD é una molecola organica estratta dalla pianta di cannabis.

Allo stato naturale, questa molecola è presente in grandi quantità nelle piante di marijuana. Ciò che si intende per CBD nel linguaggio quotidiano, tuttavia, qualifica la molecola come un estratto dalla pianta. Nella sua forma più pura si presenta sotto forma di cristalli. Estratto come olio essenziale, si presenta sotto forma oleosa. È quindi molto facile da incorporare in un'altra soluzione. Il CBD è diventato popolare grazie alla comparsa in commercio delle sigarette elettroniche e al suo utilizzo come liquido vaporizzatore.

Differenze tra CBD e THC

Ben noto al grande pubblico, il THC è la molecola psicoattiva della cannabis. È quindi lei a essere responsabile degli effetti schiaccianti causati dall'uso della marijuana. Il CBD, al contrario, non è un narcotico.

Esistono molte varietà di cannabis, tutte con composizioni diverse nel loro stato naturale. loro Tasso di THC e CBD sono quindi anche variabili. La cannabis del mercato nero generalmente contiene un alto livello di THC (in media il 15%) mentre'stiamo cercando di farlo scomparire a favore di una maggiore concentrazione di CBD negli impianti legali. È infatti possibile creare nuove varietà di piante corrispondenti a questi criteri mediante ibridazione.

Grazie alla sua assenza di effetti psicoattivi, Il CBD consente quindi di beneficiare delle proprietà della canapa senza perdere l'autocontrollo. Questo è ciò che gli è valso il suo soprannome di cannabis medica.

In sintesi: cos'è il CBD?

Il cannabidiolo è il il secondo cannabinoide più naturale nella cannabis, appena dietro il THC. Ricercato per il suo effetti virtuosi (sarebbe particolarmente rilassante, antinfiammatorio e antidepressivo), lo è totalmente legale. Non comporta niente narcotici, dipendenza o altri famigerati effetti collaterali.

Storia del CBD

Scheda-de-canapa-CBD-min

Anche se ora è in gran parte controverso, la canapa è una delle piante più antiche coltivate dall'uomo. Nella sua forma cannabis sativa, questa pianta era coltivata nel periodo neolitico per le sue proprietà medicinali e per il suo utilizzo come fibre tessili. La Cina è chiaramente la fonte del addomesticamento della canapa. Gli archeologi non sono tutti d'accordo sulla data, che va da -10000 a -4000 aC. In ogni caso, la pianta è stata utilizzata per diversi millenni, tanto per la realizzazione di tessuti quanto per la sua effetti terapeutici.

Il suo utilizzo è continuato nei secoli. Tuttavia, la sua composizione e la definizione di CBD sono rimaste a lungo sconosciute. In effetti, cannabinoidi, molecole presenti all'interno Cannabaceae, furono scoperti solo all'inizio del XX secolo. THC e CBD sono i due cannabinoidi che hanno generato direttamente il maggior numero di ricerche.

Scoperta del cannabidiolo e di altri cannabinoidi

Il CBD fu estratto per la prima volta dalla pianta di canapa intorno al 1940. Si dice che un gruppo di ricercatori dell'Università dell'Illinois sia riuscito a isolare la molecola. A quel tempo, chiamarono il composto tossico e respinsero l'idea che potesse avere proprietà positive sull'uomo. Non è stato fino agli anni '60 che sono stati condotti studi sulla composizione dei cannabinoidi. È in particolare Raphaël Mechoulam, un ricercatore israeliano, che ha dimostrato i loro benefici su alcune patologie. Il suo lavoro ci ha permesso di riflettere sull'uso delle molecole di cannabis (CBD, THC) in farmacologia.

Per anni sono stati condotti numerosi studi clinici, evidenziando gli effetti sulla salute del CBD. I primi studi hanno mostrato i suoi effetti positivi sull'ansia. Poi, negli anni '70, è stato scoperto che aveva benefici per la nausea e il dolore. Alla fine, alla fine degli anni '90, i ricercatori hanno scoperto che ridusse la degenerazione dei neuroni, che potrebbe essere utile nella ricerca sulla malattia di Alzheimer.

Gli inizi della cannabis terapeutica

Alcuni stati americani (Alaska, Oregon, Washington) hanno quindi deciso di legalizzare la cannabis (CBD e THC) a fini terapeutici. Ciò ha permesso di trovare sul mercato farmaci come Sativex, contenenti lo stesso dosaggio di THC e CBD. In effetti, l'associazione di queste due molecole rende possibile moltiplicare i benefici di queste molecole e non creare dipendenza nel paziente. Questo farmaco è particolarmente indicato nel trattamento del dolore neuropatico.

In Francia, Sativex ha ottenuto un'autorizzazione sul mercato dal 2015, ma non è stato ancora commercializzato a causa di difficoltà nel concordare il suo prezzo. Tuttavia, questo dimostra come le normative sulla cannabis (CBD e THC) si siano evolute negli ultimi anni. Ad alcuni paesi piace Canada deciso di permetterlo completamente. In Europa, il Lussemburgo sta attualmente discutendo questa domanda.

Effetti e benefici del CBD

cannabis-CBD-min

Per definizione, Il CBD è riconosciuto per le sue proprietà ansiolitiche e antidepressive. Agisce su alcuni recettori legati al dolore o all'ansia. Beneficia anche di un'immagine positiva poiché percepita come un prodotto naturale, al contrario delle molecole chimiche che generalmente causano una maggiore sfiducia.

Si dice che il CBD abbia proprietà terapeutiche. Sarebbe particolarmente consigliato in caso di stress, problemi di sonno o dolore alle articolazioni. Gli studi sull'argomento sono ancora scarsi. La comunità scientifica tuttavia riconosce già che i vari cannabinoidi, CBD in testa, hanno effetti sull'organismo, senza però avanzare su di essi. Inoltre produciamo naturalmente sostanze molto simili alle molecole attive della cannabis grazie al nostro sistema endocannabinoide. Il suo funzionamento complessivo è ancora relativamente sconosciuto ma il suo ruolo anti-stress per il corpo è stato dimostrato. Un futuro prossimo porterà probabilmente i risultati degli studi a lungo termine necessari per una quantificazione precisa di effetti causati dal CBD e dosi adatte per uso terapeutico.

Effetti del cannabidiolo sul consumatore: cosa sappiamo

Vari studi sono stati condotti dagli anni '60 su questa molecola. Hanno dimostrato gli effetti del CBD su molte condizioni. In particolare ridurrebbe:

  • ansia
  • Disturbi del sonno
  • Nausea e vomito, in particolare legati alla chemioterapia
  • Attacchi d'ansia
  • Aumento di peso e appetito
  • infiammazione
  • Convulsioni epilettiche
  • Il verificarsi di malattie cardiovascolari
  • Malattie della pelle (acne, psoriasi)
  • diabete
  • Attacchi nei pazienti con schizofrenia
  • Artrosi dolore e contratture
  • Dipendenze da sostanze come l'alcol

Inoltre, ora lo sappiamo Il CBD svolge un ruolo importante nell'alleviare il cosiddetto dolore neuropatico (al contrario del dolore nocicettivo). Questi dolori sono difficili da alleviare con farmaci come il paracetamolo o la morfina. Il CBD è quindi una molecola utile per i pazienti con sclerosi multipla o fibromialgia. L'uso del CBD in questo tipo di paziente migliorerebbe significativamente la loro qualità di vita. Ecco perché questa molecola fa parte della composizione di Sativex.

Gli effetti del CBD andrebbero anche oltre, poiché uno studio ha dimostrato che i cannabinoidi hanno un'azione sulla riduzione delle cellule tumorali, quando CBD e THC sono combinati.

La cannabis è molto controllata in Francia e nel mondo, la ricerca sui benefici delle molecole di cannabis (CBD, THC) sta procedendo lentamente. Inoltre, la connotazione negativa della cannabis genera molta sfiducia nei confronti delle proprietà terapeutiche delle sue molecole.

Quadro giuridico CBD

Quadro giuridico CBD - Fleurs-min

La domanda di Quadro giuridico CBD emerge costantemente quando si menzionano prodotti legati alla cannabis. Quello che è certo è questo la differenza tra un impianto legale e uno illegale non si fa a livello di impianto, ma nei testi legali, secondo definizioni puramente arbitrarie. Tanto per cominciare, un severo divieto impone il possesso e il consumo di cannabis per le sue proprietà psicoattive. Tuttavia, la mancanza di prospettiva sulle proprietà dei diversi cannabinoidi causa vaghezza giuridica e diritto francese ed europeo non sempre allineati.

L'Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (ANSM), ad esempio, considera la cannabis come un narcotico, senza alcuna distinzione per le sue diverse molecole. Al contrario, un decreto ministeriale del 2004 eCentro europeo di monitoraggio per le droghe e le tossicodipendenze (OEDT) menzionano entrambi il legalità delle piante con un livello di THC non superiore allo 0,2%. Tuttavia, questo testo originariamente non faceva alcuna menzione esplicita del CBD, da qui l'esitazione sia dei consumatori che dei venditori durante la proliferazione dei prodotti CBD nel 2018. Anche la commercializzazione dei prodotti derivati ​​dalla cannabis in generale è stata resa più complessa dall'esistenza. differenti tariffe autorizzate nei principali paesi produttori europei (0,2% in Germania, 0,6% in Italia, 1% in Svizzera).

Il consumo di cannabidiolo è legale?

Risposta breve: sì, è assolutamente legale consumare CBD. Sebbene persista una certa vaghezza, sia il Parlamento europeo che la MILDECA (Missione interministeriale per la lotta contro la droga e il comportamento di dipendenza in Francia) hanno entrambi affermato chiaramente che:

  1. Il CBD è legale produzione, commercializzazione e consumo,
  2. Il tasso di THC fissato dall'UE (0,2% con un aumento previsto allo 0,3%) prevale in Francia come nel resto dell'Unione europea per la vendita di cannabis legale e dei suoi prodotti derivati.

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha inoltre raccomandato, alla fine del 2017, il non classificazione del CBD come sostanza controllata. Non è quindi in alcun modo considerato un farmaco poiché non è narcotico.

Il CBD può essere prescritto da un medico?

Il cannabidiolo o il CBD non è un farmaco sebbene faccia parte della composizione del Sativex come ingrediente attivo. Pertanto, il suo utilizzo non può essere prescritto da un medico in Francia. Considerato oggi come un integratore alimentare, il CBD non può essere coperto dall'assicurazione sanitaria o dalla tua mutua. Tuttavia, la legislazione sulle molecole di cannabis (CBD, CBG, CBN, ecc.) si sta evolvendo rapidamente in tutto il mondo. Una prima serie di esperimenti è quindi in corso in Francia tra il 2021 e il 2023, e forse cambierà la situazione.

Acquista CBD con fiducia

Plant-cannabis-min

Il CBD viene estratto dalla canapa. Questa pianta è ampiamente coltivata in tutto il mondo, in quanto utilizzata nell'industria tessile, cosmetica o edile per le sue proprietà isolanti. La sua coltivazione è autorizzata anche in Europa se contiene poco THC. Tuttavia, è regolato e controllato. Non è quindi possibile piantarlo in casa, nemmeno per uso personale.

Per estrarre il cannabidiolo, è quindi necessario seguire le normative in vigore. Questo è il motivo per cui il CBD rimane un prodotto abbastanza raro.

Per assicurare ai nostri clienti che il CBD venduto su boutique Weedy. Fr respecte legislazione attuale e ha una dose legale di THC, i prodotti sono soggetti a tracciabilità e controllo rigoroso. Vi comunichiamo sistematicamente l'esatta composizione dei prodotti e vi forniamo i risultati delle analisi effettuate da laboratori terzi. Quindi sai esattamente cosa stai acquistando, con la certezza di un prodotto cannabidiolo di qualità e legale al 100%.

Cosa significa CBD sull'etichetta di un prodotto?

Molti prodotti oggi contengono CBD. Mentre alcuni si presentano sotto forma di foglie di cannabis, altri come cosmetici completamente tradizionali. Tutto ciò ha l'effetto di destabilizzare il cliente, che non è quindi in grado di distinguere la qualità tra le due opzioni di imballaggio a sua disposizione. Questo è abbastanza normale poiché la presenza della parola CBD non significa molto in sé.

In generale, questo significa almeno che l'olio, crema o altro liquido elettronico contiene cannabidiolo. Consentirà quindi al prodotto di beneficiare delle sue proprietà, ma non indica altro sulla composizione completa. Per assicurare legalità e qualità a tutti, è quindi consigliabile passare a dettagli dei suoi componenti. Se è impossibile rintracciare l'origine delle piante, la velocità dei vari cannabinoidi presenti o le modalità di produzione, ci sono buone probabilità che la qualità non sia all'appuntamento. Peggio ancora, la legalità non è garantita poiché il THC è in particolare una molecola proibita.

Si consiglia pertanto di informarsi sempre sui componenti di un prodotto CBD, indipendentemente dalle virtù propagandate dal proprio rivenditore. Non tutto può sempre essere indicato sulla bottiglia, tuttavia il produttore deve essere in grado di farlo fornire ulteriori informazioni se necessario. Ora sai tutto sulla definizione di CBD e su cosa significa CBD sulla confezione.

Uso di CBD

Diverse aree traggono vantaggio dall'uso del CBD. In termini di benessere, mira a alleviare i tremori o ridurre i disturbi del sonno. Nello sport, anticipa e previene i dolori post allenamento. Inoltre, per definizione, non è un prodotto dopante e lo è mancante dalla lista prodotti considerati doping dalla World Anti-Doping Agency (WADA).

La sua modalità di utilizzo non ha regole ma la scelta fatta influenzerà l'effetto desiderato. Il lavoro più noto èinalazione, consentendo effetti rapidi attraverso l'uso di una sigaretta elettronica o respirandoolio di CBD spruzzabile. Esistono altri metodi di assunzione, ad esempio per ingestione (più mite ma un po 'più lenta) o per applicazione locale (balsami, creme, lozioni).

Prodotti CBD

Prodotti a base di CBD

Al fine di beneficiare gli effetti del CBD su tutti i tipi di persone, la molecola è stata rifiutata in vari prodotti di consumo. Al giorno d'oggi, il CBD può essere consumato in varie forme:

Il CBD ha quindi un futuro brillante davanti a sé. Le ricerche in corso potrebbero capire meglio e democratizzare il suo utilizzo. Dovrebbero inoltre essere accompagnati dalla commercializzazione di prodotti ancora più adatti alle esigenze dei consumatori e più facili da dosare.

Suggerimenti per l'uso del CBD

Si verifica l'effetto benefico del cannabidiolo grazie alla sua solubilità lipidica, perché rimescola i segnali delle cellule nervose responsabili in particolare del dolore o dello stress. Per beneficiare pienamente degli effetti del CBD, è meglio mescolare questa molecola con liquidi ad alto contenuto di grassi come l'olio. Questo è il motivo per cui l'uso del CBD sotto forma di oli, creme o persino liquidi elettronici è l'ideale. Naturalmente, si consiglia anche il consumo nella sua forma pura per le infusioni.

Possiamo usare il CBD nelle sigarette elettroniche?

Il CBD è perfettamente adatto per l'uso inalatorio. Viene assorbito direttamente dai polmoni e le sue proprietà vengono rilasciate rapidamente nel flusso sanguigno. Ecco perché ora è accessibile svapando.

Ma quale sigaretta elettronica scegliere per il CBD? In effetti, la maggior parte dei modelli di sigarette elettroniche è compatibile con gli e-liquid CBD. Tuttavia, dovresti sapere che più semplice è il modello e più la tua sigaretta elettronica sarà adattata allo svapo con CBD.

Per utilizzare al meglio gli e-liquid CBD, la tua sigaretta elettronica deve soddisfare determinate caratteristiche:

  • Potere : se usi un modello di sigaretta elettronica molto potente, fornirà una grande dose di vapore tutto in una volta e indurrà un consumo eccessivo di CBD. È quindi meglio usare un modello a bassa potenza.
  • Dimensioni del serbatoio : deve essere piccolo, perché gli e-liquid CBD tengono meglio lontano dalla luce e dal calore. Meno il liquido rimane nel serbatoio, più lunghe saranno le proprietà.
  • Resistenza: la resistenza con un valore elevato non è raccomandata con l'uso di e-liquid CBD. Raccomandiamo i modelli di sigarette elettroniche con un valore di resistenza compreso tra 1 e 2 ohm.

Sigaretta elettronica-CBD-min

Come usare gli e-liquid al CBD?

Il CBD nelle sigarette elettroniche può essere utilizzato in diverse forme. Lo puoi trovare in un semplice e-liquid, per un'esperienza di svapo con una nota vegetale. È anche interessante sfruttare le caratteristiche naturali di alcuni dei migliori ceppi di cannabis leggera, i cui terpeni conferiscono all'e-liquid il suo pieno carattere. Prova in particolare i nostri e-liquid Super Skunk, limone Kush, Amnesia ou Ketama per realizzare la moltitudine di opzioni disponibili.

Tutti hanno proprietà lenitive. Il loro uso è quindi ideale per le persone inclini a ansia o stress cronico. Per un primo consumo, si consiglia di iniziare con un basso livello di CBD (ad esempio i nostri e-liquid da 200 mg). Puoi usarlo come un classico e-liquid.

Con un dosaggio più elevato, Gli e-liquid di CBD si staccerebbero da altre sostanze che creano dipendenza creando una sensazione di rilassamento nel consumatore. Le nostre diverse concentrazioni di CBD ti consentono di trovare il prodotto ideale in base alla tua soglia di tolleranza e ai tuoi desideri.

Attenzione, però: il CBD può avere effetti sedativi o energizzanti a seconda della persona, non è consigliabile guidare dopo aver usato il CBD. Il consumo di CBD da parte delle donne incinte è vietato. Allo stesso modo, i minori non possono consumare e-liquid CBD, è vietata la vendita di sigarette elettroniche ai giovani di età inferiore ai 18 anni.

Ora conosci la definizione di CBD in modo molto dettagliato. Il gruppo Weedy resta a tua disposizione per eventuali ulteriori domande e sarà lieto di consigliarti sul prodotto ricco di cannabidiolo più adatto alle tue esigenze.

I nostri prodotti CBD

Iscriviti per ottenere
20% fuori del tuo primo ordine
NO GRAZIE
Torna in cima
Carrello
  • Non ci sono prodotti nel carrello.