Cos'è il THC? Definizione e significato del THC

Perdita di controllo, dipendenza, allucinazioni ... la reputazione di rilevabile non è bello sentirlo. Per molto tempo, la molecola è stata responsabile di tutti i mali attribuiti alla cannabis. Questo vale ancora oggi in molti paesi, a cominciare dalla Francia, che vanta uno dei quadri giuridici più restrittivi in ​​Europa in termini di consumo di canapa. Con l'arrivo sul mercato di prodotti ricchi di CBD perfettamente legaliTuttavia, le menti stanno cominciando, lentamente ma inesorabilmente, ad aprirsi.

Nonostante tutto, il THC rimane molto poco noto al grande pubblico, almeno oltre le apparenze. Lungi dal voler cantare le sue lodi, questo articolo tenta di fare un passo indietro per indossare un sguardo obiettivo sul cannabinoide provocando le reazioni più forti.

Definizione di THC

Il THC è una molecola con una struttura molto simile a quella del CBD

THC, definizione e significato

THC, o tetraidrocannabinolo (Δ-9-tetraidrocannabinolo nella sua versione completa) è una molecola appartenente alla grande famiglia dei cannabinoidi, così come CBD, il CBN o CBG. È quindi prodotto naturalmente dalla cannabis ed è anche il cannabinoide più naturale nella pianta. A parte la predisposizione della pianta a produrla, ciò è in parte spiegato dal fatto che la canapa è stata una delle primissime piante addomesticate dall'uomo. Poiché il THC ha effetti più potenti e facilmente identificabili senza test di laboratorio, l'uomo ha inconsapevolmente, e per millenni, favorito la coltivazione di piante ad alta concentrazione di tetraidrocannabinolo. Esistono quindi, ad oggi, meno varietà ricche di CBD.

I suoi effetti sono stati quindi identificati millenni fa e molte civiltà hanno sfruttato i suoi effetti nel corso della storia. Tuttavia, non è stato fino al 1964 e il lavoro dei ricercatori israeliani Raffaele Mechoulam e Yechiel Gaoni prima di riuscire a isolare la molecola.

Una semplice definizione di THC è pensarlo come il principale molecola attiva nella cannabis. In natura, il suo contenuto varia in media dal 4 al 10%. A seconda della varietà e dell'ibridazione, tuttavia, non è raro trovare varietà modificate dall'uomo che superano un tasso del 20%.

THC, un cannabinoide come nessun altro

Come altri cannabinoidi, il THC è in grado di legarsi ai sensori CB1 e CB2 del nostro sistema endocannabinoide. Capace di comunicare con il nostro sistema nervoso e immunitario, questo spiega perché Il THC provoca effetti sul corpo umano. A differenza di altri cannabinoidi, tuttavia, comporta effetti che lo fanno rientrare direttamente nella scatola riservata ai narcotici per legge.

Effetti del THC sul corpo

Assuefacente e psicoattivo, il THC è considerato un narcotico per legge

Assuefacente e psicoattivo, il THC è considerato un narcotico per legge

Come il CBD, il tetraidrocannabinolo ha proprietà analgesiche, dandogli la capacità di lenire alcuni dolori. È meglio conosciuto per il suo effetti psicoattivi, provocando una certa perdita di controllo del consumatore, il famoso "high" (eccitazione) o "stone" (stato linfatico) spesso pronunciato un po 'a caso senza comprenderne veramente le implicazioni.

Tuttavia, mentre gli effetti del THC sul corpo umano sono sostanzialmente simili, tutti reagiamo in modo diverso ai recettori dei cannabinoidi. Questo vale per il THC, ma anche per il CBD, che fornirà effetti più o meno significativi ma, dal canto suo, mai dannoso. Questo fenomeno, spiegato dalle nostre differenze genetiche, dalla corpulenza o anche dal nostro attuale stato d'animo, ha un nome: legge di effetto.

Rischi di consumare THC

In Europa, il THC lo è considerato un narcotico e il suo consumo è quindi, nella maggior parte dei casi, vietato. Tuttavia, diversi paesi ne consentono l'uso uso terapeutico solo, o anche per a uso ricreativo, Come Canada. Prima di consumare THC, in tutti i casi devono essere considerati due tipi principali di rischi: ciò che la molecola può causare sul nostro corpo, ma anche cosa può implicare in relazione alla società. E quindi i rischi nei confronti della legge.

Per l'organizzazione

A dose moderata, gli effetti del THC sono soprattutto temporanei (principalmente effetti plananti e analgesici). lui è anche addictif, e quindi incoraggia i consumatori a consumare di più, più spesso. A dosi elevate, tuttavia, può causare depressione del sistema nervoso.

Una dose letale (fatale) è stata dimostrata anche nei ratti nel 1971 per via endovenosa. Continuato su cani e scimmie, lo studio ha tuttavia evidenziato che sembra impossibile ottenere una dose letale di THC in questi animali per via orale. Perciò, Il sovradosaggio fatale sembra impossibile negli esseri umani fumando THC, qualunque sia la quantità.

Anche se il pericolo non è quindi fatale, il THC può causare vari effetti collaterali più o meno gravi e/o spiacevoli:

  • Effetti psicotropi (per lo più 30 minuti dopo l'assunzione di THC e il picco per circa due ore).
  • Alta (poco dopo il consumo): euforia, avventatezza, risate, apertura agli altri.
  • giù (durante l'eliminazione del THC da parte dell'organismo): rallentamento fisico e mentale, paura.
  • Diminuzione dell'attenzione e la capacità di giudizio.
  • Perdita di memoria nel breve e medio termine.
  • Diminuita efficacia del sistema immunitario.
  • irritabilità.
  • cambiamento di personalità Personal (lungo termine).

Di fronte alla legge

La legge europea tollera da tempo un livello di tetraidrocannabinolo dello 0,2% nei prodotti ricchi di CBD. Tuttavia, il Parlamento europeo ha approvato il passaggio a un tasso di THC di 0,3%, che dovrebbe essere applicato dal 2023 se la Commissione Europea conferma la sua decisione. In Francia, dove la legge è relativamente restrittiva, è ancora 0 tolleranza in termini di controllo. Possono essere eseguiti in caso di coinvolgimento in una causa giudiziaria, in caso di controllo di sicurezza stradale di routine e persino nel posto di lavoro in determinate condizioni (manipolazione di macchine o prodotti tossici in particolare). In caso di controllo positivo, Biglietti e un pene detentive sono possibili.

Per un semplice uso o possesso di cannabis THC durante un controllo di routine, èmulta fissa di 200 € per consumo di droga, che è il più diffuso (ridotto a 150 euro in caso di pagamento rapido, entro 15 giorni). Viene fornito con un'iscrizione nel casellario giudiziario, forse almeno scoraggiante quanto la multa stessa. In caso di THC consumo di cannabis durante la guida, le sanzioni sono più pesanti, diretta conseguenza della pericolosità della modificazione comportamentale causata dal tetraidrocannabinolo. il Traffico di cannabis THC è anche molto pesantemente sanzionato, con multe e carcere varia a seconda della natura della struttura e delle sue dimensioni.

Opportunità di THC

Prodotto da tricomi come altri cannabinoidi, il THC non presenta solo rischi

Prodotto da tricomi come altri cannabinoidi, il THC non presenta solo rischi

Quindi, dopo aver letto la definizione di THC, la frase è chiara? Il THC è il brutto demone che demonizza la cannabis agli occhi del mondo e il CBD è il piccolo cherubino perfetto che cerca di ricostruire una reputazione degna di questo nome? Non è così semplice. Se, infatti, il cannabidiolo (CBD) non ha molto di cui vergognarsi (ricordate che non crea dipendenza e non provoca grossi effetti collaterali), Il THC non è così insignificante (a parte quello ricreativo) come potresti pensare.

I suoi effetti sono quindi studiati in particolare nell'ambito del lotta contro il cancro o sclerosi multipla. Non solo i primi studi dimostrano che il tetraidrocannabinolo adeguatamente dosato e mirato può aiutare a limitare lo sviluppo di alcuni tumori, ma è anche noto per la sua capacità di incoraggiare l'appetito, guadagnandosi un interesse della comunità scientifica nel caso di sollievo dalla nausea a causa di alcuni trattamenti pesanti come la chemioterapia.

Il futuro e i progressi della scienza ci permetteranno senza dubbio di scoprire molto di più su THC, CBD e altri cannabinoidi nel prossimo futuro!

Condividere:

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.