Cosa significa CBD? Definizione, effetti e usi

Definizione di CBD? Ciò che viene banalmente chiamato cannabis si riferisce generalmente a una pianta con il nome comune di canapa coltivata o, per i botanici, cannabis sativa. È una pianta complessa con componenti ancora poco conosciuti. Tuttavia, é risaputo checontiene decine di cannabinoidi diversi. Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei componenti ma non l'unico. Sono inclusi anche il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) o il cannabinolo (CBN).

Tutti abbiamo i cosiddetti recettori dei cannabinoidi nel nostro cervello. Questo spiega le azioni più o meno forti dei cannabinoidi presenti nella pianta di canapa sul corpo umano.

Definizione di CBD

Il mistero che aleggia sulla definizione di CBD sta nelle sue tre lettere abbreviate. Sarebbe davvero allettante pensare che queste lettere siano un acronimo e quindi nascondano tre parole. Al contrario, dietro questo soprannome ormai di uso comune c'è un solo termine: cannabidiolo.

Secondo un'analisi puramente etimologica, la parola può essere separata in due parti distinte. Ci danno entrambi informazioni preziose sulla definizione di CBD. ' Cannabi ", la radice della parola, si trova in canapa : la pianta da cui viene estratta la molecola. un diolo è un composto chimico chiamato anche glicole. Deve il suo nome alla composizione chimica della sua molecola, inclusi ossigeno e atomi di idrogeno, ed si compone di reazioni simili alle molecole di alcol. Ciò non significa, tuttavia, che il CBD sia un alcool. Al contrario, per definizione il CBD é una molecola organica estratta dalla pianta di cannabis.

Allo stato naturale, questa molecola è presente in grandi quantità nelle piante di marijuana. Ciò che si intende per CBD nel linguaggio quotidiano, tuttavia, qualifica la molecola come un estratto dalla pianta. Nella sua forma più pura si presenta nella forma di cristalli. Estratto come olio essenziale, si presenta sotto forma oleosa. È quindi molto facile da incorporare in un'altra soluzione. Il CBD è diventato popolare grazie alla comparsa in commercio delle sigarette elettroniche e al suo utilizzo come liquido vaporizzatore.

Cosa significa CBD sull'etichetta di un prodotto?

Molti prodotti oggi contengono CBD. Mentre alcuni si presentano sotto forma di foglie di cannabis, altri come cosmetici completamente tradizionali. Tutto ciò ha l'effetto di destabilizzare il cliente, che non è quindi in grado di distinguere la qualità tra le due opzioni di imballaggio a sua disposizione. Questo è abbastanza normale poiché la presenza della parola CBD non significa molto in sé.

In generale, ciò significa almeno che l'olio, la crema o altri liquidi elettronici contiene cannabidiolo. Consentirà quindi al prodotto di beneficiare delle sue proprietà, ma non indica altro sulla composizione completa. Per assicurare legalità e qualità a tutti, è quindi consigliabile passare a dettagli dei suoi componenti. Se è impossibile rintracciare l'origine delle piante, la velocità dei vari cannabinoidi presenti o le modalità di produzione, ci sono buone probabilità che la qualità non sia all'appuntamento. Peggio ancora, la legalità non è garantita poiché il THC è in particolare una molecola proibita.

Si consiglia pertanto di informarsi sempre sui componenti di un prodotto CBD, indipendentemente dalle virtù propagandate dal proprio rivenditore. Non tutto può sempre essere indicato sulla bottiglia, tuttavia il produttore deve essere in grado di farlo fornire ulteriori informazioni se necessario. Definizione di CBD? Ora sai cosa significa CBD sulla confezione.

Storia del CBD

Quest-what-the-CBD-molecola

La Cina è ovviamente la fonte del addomesticamento della canapa. Gli archeologi non concordano tutti sulla data che varia da -10000 a -4000 a.C. La pianta è stata in ogni caso utilizzata per diversi millenni per produrre tessuti e proprietà terapeutiche. Sarà comunque necessario attendere gli anni '1940 prima di scoprire l'esistenza del cannabidiolo (CBD) la cui esatta molecola rimane quindi sconosciuta. Il ricercatore israeliano di chimica farmaceutica Raphaël Mechoulam ha identificato la sua struttura e composizione molecolare nel 1963. Un anno dopo, è riuscito a isolare probabilmente la molecola più famosa della cannabis: il THC.

Differenze tra CBD e THC

Ben noto al grande pubblico, il THC è la molecola psicoattiva della cannabis. È quindi lei a essere responsabile degli effetti schiaccianti causati dall'uso della marijuana. Il CBD, al contrario, non è un narcotico.

Esistono molte varietà di cannabis, tutte con composizioni diverse nel loro stato naturale. I loro livelli di THC e CBD sono quindi anche variabili. La cannabis del mercato nero generalmente contiene un alto livello di THC (in media il 15%) mentre'stiamo cercando di farlo scomparire a favore di una maggiore concentrazione di CBD negli impianti legali. È infatti possibile creare nuove varietà di piante corrispondenti a questi criteri mediante ibridazione.

Grazie alla sua mancanza di effetto psicoattivo, Il CBD consente quindi di beneficiare delle proprietà della canapa senza perdere l'autocontrollo. Questo è ciò che gli è valso il suo soprannome di cannabis medica.

Effetti e benefici del CBD

Generalmente, Il CBD è riconosciuto per le sue proprietà ansiolitiche e antidepressive. Agisce su alcuni recettori legati al dolore o all'ansia. Beneficia anche di un'immagine positiva poiché percepita come un prodotto naturale, al contrario delle molecole chimiche che generalmente causano una maggiore sfiducia.

Si dice che il CBD abbia proprietà terapeutiche. Sarebbe particolarmente raccomandato in caso di stress, problemi di sonno o dolori articolari. Gli studi scientifici sull'argomento sono ancora scarsi. Tuttavia, la comunità scientifica riconosce già che i vari cannabinoidi, in particolare il CBD, hanno effetti sul corpo (come la perdita di peso?), senza avanzare su di loro. Inoltre produciamo naturalmente sostanze molto simili alle molecole attive della cannabis grazie al nostro sistema endocannabinoide. Il suo ruolo è ancora sconosciuto ma il suo ruolo anti-stress per il corpo è stato dimostrato. Un futuro prossimo porterà probabilmente i risultati degli studi a lungo termine necessari per una quantificazione precisa di effetti causati dal CBD e dosi adatte per uso terapeutico.

Quadro giuridico CBD

Definizione di CBD

La domanda di Quadro giuridico CBD si presenta sistematicamente quando si parla di prodotti correlati alla cannabis. Ciò che è certo, tuttavia, è quello la differenza tra un impianto legale e illegale non è a livello di impianto ma nei testi legali. Tanto per cominciare, un severo divieto legge il possesso e il consumo di cannabis per le sue proprietà psicoattive. La mancanza di prospettiva sulle proprietà dei vari cannabinoidi, tuttavia, causa vaghezza giuridica e diritto francese ed europeo non sempre allineati.

L'Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (ANSM), ad esempio, considera la cannabis come un narcotico, senza alcuna distinzione per le sue diverse molecole. Al contrario, un decreto ministeriale del 2004 eCentro europeo di monitoraggio per le droghe e le tossicodipendenze (OEDT) menzionano entrambi il legalità delle piante con un livello di THC non superiore allo 0,2%. Tuttavia, nessuna menzione esplicita del CBD e solo le fibre e i semi sono a priori interessati. A ciò si aggiunge la tracciabilità complessa dovuta a tariffe diverse autorizzate nei principali paesi produttori europei (0,2% in Germania, 0,6% in Italia, 1% in Svizzera).

È questo livello di THC inferiore allo 0,2% che prevale quindi in Francia per la vendita di cannabis legale e dei suoi prodotti derivati. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha inoltre raccomandato, alla fine del 2017, il non classificazione del CBD come sostanza controllata.

Uso di CBD

Diverse aree traggono vantaggio dall'uso del CBD. In termini di benessere, mira a alleviare i tremori o ridurre i disturbi del sonno. Nello sport, anticipa e previene il dolore post-allenamento. Egli non fa parte dei prodotti considerati dopanti in Francia.

La sua modalità di utilizzo non ha regole ma la scelta fatta influenzerà l'effetto desiderato. Il lavoro più noto èinalazione, attraverso l'uso di una sigaretta elettronica o inspirandoolio di CBD spruzzabile. Esistono altri metodi di assunzione, ad esempio per via commestibile o nell'applicazione locale (balsami, creme, lozioni).

Prodotti in vendita oggi

Prodotti a base di CBD

Esiste quasi come molti prodotti CBD esigenze del consumatore. È particolarmente presente in il nostro negozio sotto forma di cristalli, liquidi, fiori, oli o polline. I cristalli sono per esempio la forma più pura di CBD. Il loro uso è inoltre perfettamente adatto alle preparazioni culinarie. E-liquid di CBD nel frattempo rende felici i vapers evitando gli effetti della nicotina e offrendo sapori sorprendenti, piuttosto fruttati o vegetali secondo i desideri. Gli oli di Cibdol devono quindi la loro fama a una produzione pura e naturale al 100%.

Il CBD ha quindi un futuro brillante davanti a sé. Le ricerche in corso potrebbero capire meglio e democratizzare il suo utilizzo. Dovrebbero inoltre essere accompagnati dalla commercializzazione di prodotti ancora più adatti alle esigenze dei consumatori.

Condividere:

Condividi su Facebook
Facebook
rimproverare
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I nostri prodotti CBD

Altri articoli sul CBD

Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.
Torna in cima
form1-4-popup.png

Ricevi offerte esclusive

Iscriviti alla nostra newsletter