Decarbossilazione del CBD: perché e come farlo?

Decarbo cosa? Il minimo che possiamo dire è che il mondo della canapa CBD ha un vocabolario ricco, unico... e talvolta complicato. Se sei qui, significa che hai letto o sentito da qualche parte che è importante decarbossilare un fiore di CBD prima di usarlo, ad esempio in cucina o in infusione. Molto buono, ma cos'è la decarbossilazione, a cosa serve e, soprattutto, come decarbossila semplicemente la tua cannabis CBD ? Questo è quello che vediamo subito.

Perché decarbossilare la cannabis CBD?

prima di essere consumata la cannabis cbd deve essere decarbossilata min

Prima di essere consumata, la cannabis CBD deve essere decarbossilata

I cannabinoidi sono principi attivi prodotti naturalmente dalla canapa, o cannabis. Tra i più conosciuti troviamo ovviamente il CBD, ma anche il rilevabile (per la marijuana) o il CBG. In tutto, sono già stati elencati più di 100 diversi cannabinoidi e l'elenco potrebbe benissimo allungarsi. Una delle particolarità di questi cannabinoidi è che la pianta li produce sotto la loro forma acida. La decarbossilazione è il modo migliore per "convertirli" nel loro forma attiva. Attiva quindi i cannabinoidi in modo che possiamo sentirne gli effetti durante il consumo. Così la CBDA diventa CBD, il THCA diventa THC, CBGA diventa CBG. Hai capito la logica.

Cos'è la decarbossilazione?

Sul piano per l'esame, la decarbossilazione è a reazione chimica in cui cerchiamo di rimuovere (di solito riscaldando) l'anidride carbonica (CO2). Da qui il suo nome. In tal modo, altera la struttura chimica della molecola. Nel caso dei cannabinoidi, ciò consente effetti diversi. Nel complesso, una decarbossilazione può avvenire anche su tutti i tipi di tessuti animali e vegetali.

Capirai la decarbossilazione è essenziale per beneficiare degli effetti del CBD. I fumatori di cannabis potrebbero dirti che non ne hanno mai sentito parlare e che la loro erba preferita fa sempre effetto. Hanno ragione: la decarbossilazione avviene riscaldando la cannabis. Quando viene fumata, viene quindi eseguita automaticamente, rilasciando cannabinoidi molto attivi nel processo. Tuttavia, fumare cannabis CBD, anche legale, rimane proibito. Oltre ad essere dannoso poiché la combustione rilascia molte tossine pericolose per la salute.

Il CBD è un molecola sana e legale. Per sfruttarne le virtù, è quindi opportuno optare per modalità di consumo più sane, in particolare l'infuso. Pertanto, la decarbossilazione non può essere evitata per sfruttare al meglio le proprietà della pianta (a meno che tu vape, la temperatura del materiale vegetale spray in questo caso si occupa della decarbossilazione). Soprattutto da quando hai riscaldato i tuoi fiori di CBD più a lungo e a una temperatura più bassa di quello necessario per la combustione offre risultati molto migliori.

Se vuoi usare cannabis CBD fresca o essiccata per fare un infuso, cucinare o fai il tuo olio di cbd, dovrà essere decarbossilato.

Come ? Ti spieghiamo.

5 semplici passaggi per decarbossilare correttamente il tuo CBD

decarbossilato cbd al forno min

Il forno è il migliore amico della decarbossilazione del CBD

La buona notizia è che la decarbossilazione della cannabis CBD è molto semplice e richiede poca attrezzatura. È ideale avere a quattro, un foglio di carta da forno (o una teglia) e a macinino. E, naturalmente, uno o più Fiori di CBD ! Quello che verrà dopo è solo questione di tempo.

  1. Preriscaldare il forno tra 110 e 120 gradi Celsius (per un forno tradizionale, a convezione, il forno asciuga più velocemente, poi si può abbassare la temperatura a 90°C).
  2. Nel frattempo, sbriciola grossolanamente i tuoi fiori di CBD (o usa il nostro mescolare le briciole).
  3. Stendete sottilmente le briciole su una teglia foderata di carta da forno (o in una pirofila).
  4. Cuocere per 40-45 minuti girando di tanto in tanto le briciole.
  5. È tutto ! Quando si apre il forno, l'odore deve essere pungente: questo è normale. In caso contrario, lasciarli un po' più a lungo, ricordandoti di controllare ogni pochi minuti.

Consiglio: se avete un termometro da cucina (come quelli usati per controllare la cottura della carne), usatelo. I forni domestici possono presentare variazioni di temperatura abbastanza consistenti (intorno ai 15 gradi nei casi più critici). Sarebbe un peccato arrostire il tuo CBD per caso! Se non ne possiedi uno, puoi anche limitare i rischi abbassando la temperatura a circa 90°C e facendo tostare i fiori un po' più a lungo.

Una volta che il tuo CBD è decarbossilato, puoi usarlo come desideri, ad esempio creando il tuo burro alla cannabisla tua Miele di cannabis CBD, di Biscotti al CBD o integrandolo con altri ricette di cucina originale.

Niente forno? Decarbossila il tuo CBD nel microonde in 5 minuti!

tritare prima della decarbossilazione min

Inizia sempre sbriciolando i fiori di CBD

Un piccolo avvertimento prima di iniziare: il decarbossilazione a microonde non è ottimale. È infatti molto più difficile controllare la temperatura, il che aumenta il rischio di non asciugare a sufficienza o di seccare eccessivamente l'erba. Alla fine, i cannabinoidi possono quindi essere almeno in parte distrutti.

Tuttavia, se non hai un forno o hai poco tempo, il microonde è un modo super veloce e semplice per decarbossilare il tuo CBD :

  1. Sbriciola il tuo fiore di CBD (briciole di medie dimensioni).
  2. Metterli in una ciotola e coprirli.
  3. Eseguire a media potenza per un minuto.
  4. Controlla come appaiono le tue briciole di CBD e ripeti fino a ottenere l'effetto desiderato (3 o 4 volte).
  5. L'odore deve essere pungente e le briciole marroni, senza mai sentire odore di bruciato.

Ora che hai capito tutto ciò che c'è da sapere sulla decarbossilazione, tutto ciò che devi fare è ordinare il tuo Infiorescenze di CBD preferiti. Il negozio Weedy.fr è ricco di varietà cult, ricco di aromi e concentrazioni di cannabidiolo adatte a tutti i desideri ea tutte le esigenze.

Ai tuoi voti! Pronto? Decarbossilato!

Condividere: