THCA: definizione, differenze con THC ed effetti

Ti sei mai chiesto se masticare cannabis pura ti farebbe sballare? Bene, la risposta è no. Il motivo è semplice e, a dir poco, sorprendentemente: la pianta di cannabis cruda semplicemente non contiene THC. Queste sono informazioni che non siamo abituati a leggere, vero?

Infatti, la cannabis produce un'altra molecola, la THCA, che successivamente e in determinate condizioni si trasformerà in THC. E se ti dicessimo anche questo Il THCA non è un narcotico e ha effetti virtuosi, la notizia sarebbe senza dubbio un po 'più intrigante. Dai, niente più suspense, Weedy.fr spiega tutto! Definizione di THCA.

Cos'è il THCA? Definizione

Cos'è il THCA?

In natura, la cannabis è ricca di THCA, ma ha ancora poco o nessun THC.

THCA, o Acido tetraidrocannabinolico, è un componente della cannabis che si trova nelle piante viventi. Più semplicemente, è il forma acida (da qui la "A") THC. È prodotta naturalmente ed è presente in quantità variabili nella cannabis “fresca”, cioè viva o appena raccolta e non ancora essiccata. Quando la pianta si secca, ad esempio dopo essere stata tagliata, Il THCA si trasforma lentamente in THC. Il calore accelera questo processo, che viene chiamato decarbossilazione. Questo è soprattutto ciò che accade quando una gemma di cannabis viene fumata o vaporizzata.

Per semplificare la definizione di THCA, è quindi il forma preliminare di THC, prodotto naturalmente dalla pianta. A differenza del THC, tuttavia, il THCA non fornisce effetto in extremis (L' alto o pietra attribuito al consumo di cannabis). Nessuna fugace euforia da notare dopo aver assunto THCA. Ciò non significa, tuttavia, che il cannabinoide non abbia alcun effetto. Lontano da lì!

Quali effetti puoi aspettarti dal THCA?

Ci sono poche ricerche per stabilire veramente gli effetti del THCA e dei disturbi che potrebbe potenzialmente aiutare a curare. Tuttavia, alcuni vantaggi sembrano già risaltare rispetto agli studi esistenti.

Il THCA sarebbe così:

  • Antinfiammatorio: potrebbe in particolare contribuire al trattamento diartrite o lupus.
  • Neuroprotettivo: la sua azione sulle malattie neurodegenerative è uno degli aspetti da studiare.
  • Antiemetico: potrebbe contribuire al trattamento della nausea e quindi contribuire al rinnovato appetito dei suoi consumatori.
  • Antiproliferativo: un primo studio dedicato alla lotta contro il cancro alla prostata ha mostrato una potenziale azione contro la proliferazione delle cellule tumorali.

Oltre a questi potenziali effetti sul corpo umano, abilitato soprattutto dall'interazione tra i componenti della cannabis e il nostro sistema endocannabinoide, Il THCA ha soprattutto effetti diretti sulla pianta che lo produce. Nel suo stato naturale, THCA proteggerebbe così la pianta di cannabis in particolare dai raggi del sole (i famosi raggi UV). Provocherebbe anche necrosi fogliare, favorendo nel contempo il rinnovamento della pianta e un migliore sviluppo dei suoi fiori, producendo cannabinoidi, ma anche consentendogli di riprodursi.

Il calore del sole può trasformare il THCA in THC

Il calore del sole può trasformare il THCA in THC

Dove posso trovare THCA?

Come abbiamo accennato, il THCA si trova soprattutto nella forma grezza della pianta, cioè in piedi o appena tagliata. Pertanto, i consumatori che cercano THCA tendono a farlo mangia la pianta fresca, prima che la forma acida abbia avuto il tempo di decarbossilare e quindi diventare THC. L'uso più diffuso è quindi quello diestrarre il succo della pianta fresca, concentrato in THCA. Viene quindi consumato tal quale o incorporato in un frullato.

Inoltre, più una pianta di cannabis cresce, più aumenta la quantità di THCA che contiene. La quantità totale dipende, oltre che dalla maturità della pianta, dalla varietà interessata e dal suo ambiente di crescita.

È legale consumare THCA?

Come al solito con i prodotti a base di cannabis, dipende molto da dove ti trovi nel mondo. Così, negli Stati Uniti, dove molti stati hanno già legalizzato il consumo di cannabis, anche per uso ricreativo, è già possibile trovare prodotti sviluppati appositamente per il loro alto contenuto di THCA. Il più delle volte, si manifestano sotto forma di cerotti da applicare direttamente sulla pelle, come i cerotti alla nicotina che si trovano comunemente in Europa. Il THCA passa quindi direttamente nel sistema sanguigno, senza rischio di trasformazione del THCA in THC, e quindi senza rischio di sofferenza effetti psicoattivi.

In Francia, come nella maggior parte degli altri paesi europei, la cannabis con un alto contenuto di THC (o meglio THCA, ora hai capito la differenza), è illegale. Questo vale per la sua cultura, ma anche per il suo marketing e consumo, anche a livello personale. È quindi non è possibile ottenere cannabis ricca di THCA. Tuttavia, ciò che accade nella forma acida THCA fino alla sua trasformazione in THC vale anche per altri cannabinoidi, come CBDA, che diventa il ben noto e perfettamente legale CBD. Anche lui si allena effetti virtuosi che possono essere goduti legalmente. Una traccia da scavare quindi!

Fumare cannabis e quindi causare la trasformazione del THCA in THC rimane vietato nell'Unione europea (UE)

Fumare cannabis e quindi causare la trasformazione del THCA in THC rimane vietato nell'Unione europea (UE)

In sintesi: quali sono le differenze tra THCA e THC?

THCA

rilevabile

Non psicoattivo psicoattiva
Si trova nella cannabis cruda Creato dopo la raccolta per decarbossilazione / aumento della temperatura (combustione, vaporizzazione o cottura)
Tasso variabile a seconda della varietà di cannabis 87,7% della quantità di THCA
Nessun effetto elevato o che crea dipendenza, in particolare aumento dell'appetito, antinfiammatorio, neuroprotettivo. Piallatura, effetti di dipendenza, aumento dell'appetito, riduzione di alcuni dolori in particolare.
Potenzialmente rilevato mediante test Ricercato nei test di controllo

Condividere: