Quali sono le differenze tra CBD e THC?

Nell'eterna lotta, CBD contro THC, facciamo il punto. Il cartone vuole il rilevabile sii il figlio terribile della cannabis. il CBDal contrario, sarebbe l'origine dei benefici che gli prestiamo. Ulteriori ricerche mostrano in realtà che, nonostante gli effetti completamente separati, differenze tra CBD e THC sono più sottili di quanto sembri.

Cannabinoidi, molecole ancora poco conosciute

Le canapa è al centro di numerosi dibattiti e quasi tutti hanno un'opinione chiara sul suo utilizzo. Eppure è ancora poco conosciuto. Quello che sappiamo è che la sua struttura molecolare è complessa. Almeno ottantacinque cannabinoidi diversi sono già stati individuati. Si tratta di molecole, o più precisamente acidi, esclusive della pianta di canapa. Queste sostanze chimiche sono molto diverse l'una dall'altra agire su alcuni recettori del corpo umano, causando effetti che conosciamo più o meno.

Tra i cannabinoidi più famosi troviamo ovviamente il THC il cui nome completo è delta-9-tetraidrocannabinolo. È la molecola più comune presente in natura in sativa. Lo dobbiamo in particolare al suo effetto psicoattivo, vale a dire, in bilico. Di fronte al THC, generalmente ci opponiamo CBD, o cannabidiolo. A volte soprannominato cannabis terapeutica grazie ai suoi effetti calmanti, è il secondo cannabinoide più studiato dopo il THC.

Avere più prospettive per la ricerca su larga scala consentirà comprendere meglio gli effetti e le differenze tra CBD e THC. L'estensione dell'elenco dei paesi che autorizzano l'uso di cannabis consentirà di emergere molti nuovi studi. A questo proposito, molti occhi sono puntati sul Canada, il primo grande paese occidentale ad averlo cannabis completamente legalizzatae, per uso medico e ricreativo.

CBD vs THC: una differenza molecolare

CBD vs THC

Nessuna differenza tra CBD e THC in termini di composizione chimica

Quando studiamo in dettaglio le molecole di CBD vs THC, ce ne rendiamo subito conto la loro struttura è molto vicina. La loro composizione chimica è davvero esattamente la stessa. Una molecola di THC e una molecola di CBD hanno ciascuna 21 atomi di carbonio, 3 atomi di idrogeno e due atomi di ossigeno. L'unica contraddizione, apparentemente minuscola, risiede nella disposizione di questi atomi tra loro e più in particolare nella posizione di un singolo atomo di idrogeno. A misura d'uomo, sembra possibile ignorare. In effetti, le differenze causate dal cambiamento di posizione di questo atomo sono immense.

Lo scienziato dietro l'isolamento della molecola di THC è Raphael Mechoulam. Un anno prima, nel 1963, questo ricercatore israeliano ci era già riuscito determinare la struttura del cannabidiolo, quindi solo isolato. Grazie a lui e alle sue squadre, le differenze tra CBD e THC potrebbero essere meglio comprese, in particolare per quanto riguarda i loro rispettivi effetti.

Il corpo umano ha a sistema endocannabinoide. Identificato negli anni '1990, contiene due tipi di recettori: CB-1 e CB-2. I primi sono presenti in alcune aree del nostro cervello mentre gli altri sono distribuiti tra il nostro sistema immunitario e il nostro sistema nervoso. A causa della loro differenza molecolare, THC e CBD non interagiscono allo stesso modo con questi recettori. La differenziazione dei loro effetti sta quindi principalmente in questo piccolo dettaglio.

I diversi effetti tra CBD e THC

Il THC ha un effetto psicoattivo che il CBD-min non ha

Il THC fa perdere il controllo al consumatore, il che non è il caso del CBD

Il THC quindi ci fa sballare. Fa parte dei tetraidrocannabinoli, elencati come narcotici e quindi severamente proibito dalla legge. È il principale responsabile di ciò che viene chiamato uso ricreativo di cannabis, che è totalmente proibito dalla legge francese.

Si dice che sia il CBD un sedativo e un sedativo. Il cannabidiolo è infatti un cannabinoide i cui determinati effetti sono riconosciuti, ma ancora sconosciuti. Questa mancanza di dati scientificamente provati lo colloca ancora come un outsider i cui apparenti benefici non sono sufficienti per elevarlo al rango di medicina convenzionale. Tuttavia, il CBD non è psicoattivo. e quindi non elencato come narcotico. Non è quindi illegale.

Le differenze tra CBD e THC si manifestano quindi principalmente nei loro effetti. Tuttavia, alcuni studi suggeriscono che le due molecole sarebbero più complementari del previsto. Il CBD sembra quindi rallentare e persino contrastare gli effetti del THC. Il suo effetto calmante, ad esempio, limitare la sensazione di ansia a volte causato dall'assunzione di tetraidrocannabinolo. Questi studi, che richiedono ancora ulteriori approfondimenti, sembrano addirittura dimostrare che il CBD limitare la sensazione di dipendenza e potrebbe, nel giusto dosaggio, agire come sostituto per liberarsi dal sentimento di mancanza. Le differenze tra CBD e THC, invece di contrastarle, aumentano invece la loro complementarità.

CBD legale contro THC illegale?

CBD e THC nessuna differenza visibile sulla pianta di canapa

A livello della pianta di canapa, non c'è nulla per valutare le differenze tra CBD e THC

Una regolamentazione molto severa regola l'uso del THC. In Francia, il suo divieto è chiaro e compare in un elenco dei vari narcotici. Tuttavia, nessuna azione di dipendenza è stata riconosciuta nel CBD. Il cannabidiolo non è quindi un narcotico. Non rende a priori dipendente e inoltre non contiene sostanze tossiche. Tuttavia, come con qualsiasi altro impianto, è necessario garantire il suo modo di produzione per evitare la contaminazione da sostanze chimiche esterne come i pesticidi.

Dire che il THC è illegale e che il CBD è legale è prendere una scorciatoia. A livello legale, tuttavia, ci sono molte differenze tra CBD e THC. La legge europea lo afferma in realtà le piante con un contenuto di THC inferiore allo 0,2% sono piante legali. Sono queste stesse piante, e solo loro, che consentono la creazione di Prodotti a base di CBD. I prodotti con un alto contenuto di CBD venduti in Francia possono quindi essere considerati come cannabis senza THC. Questo è ciò che ha fatto guadagnare al CBD il soprannome di cannabis legale. Nonostante un quadro giuridico a volte vago, l'Unione Europea è sempre più interessata alle questioni relative al cannabidiolo. Avrebbe anche pensato a soluzioni per sviluppare il settore della cannabis. Inoltre, oggi troviamo CBD senza alcuna traccia di THC: Cannabis America.

Siamo quindi all'inizio della scoperta delle possibilità offerte dai cannabinoidi. La ricerca scientifica continua a fornire risposte sui loro effetti. Legalizzazione della cannabis in alcuni paesi, specialmente in Canada che autorizza CBD e THC, dovrebbe consentire alla scienza di fare progressi significativi nella ricerca sulla cannabis.

Un interesse a combinare CBD e THC?

Piuttosto che evocare costantemente l'abbinamento CBD Vs. THC, può al contrario essere interessante considerarli insieme, per la loro proprietà specifiche e complementari. Ma, in questo caso, considerando la combinazione dei due cannabinoidi, mirerebbe piuttosto a consentire al THC diaumentare i benefici del CBD o il CBD di limitare gli svantaggi del THC ? Potenzialmente entrambi.

THC per massimizzare gli effetti del CBD

Se sei interessato alla cannabis e ai suoi derivati, potresti aver già sentito parlare dell'effetto entourage. Non ancora del tutto compreso, sembra tuttavia dedurloun cannabinoide da solo non è efficace quanto un cannabinoide nel suo ambiente naturale. Pertanto, il CBD da solo avrebbe effetti meno ampi e pronunciati rispetto a quando è accompagnato da altri. i terpeni, flavonoidi e cannabinoidi presenti nella canapa. Questo include logicamente il THC. Combinando CBD e THC, il potenziale di effetti sarebbe maggiore rispetto a consumarne solo uno Isolato di CBD. Tuttavia, come accennato in precedenza, il THC è lungi dall'avere solo effetti benefici sul corpo. Il che ci porta alla nostra seconda domanda.

CBD per limitare gli svantaggi del THC

Su un'altra scala, se il THC può potenzialmente incoraggiare l'azione del CBD, anche quest'ultimo sembra essere in grado di farlo compensare alcuni effetti indesiderati del THC. Nello specifico, alcuni studi suggeriscono una certa capacità del CBD di inibire o comunque ridurre l'azione del THC sull'organismo, in particolare i suoi effetti psicoattivi e la sua natura di dipendenza. È per questo motivo, tra l'altro, che il CBD viene spesso consigliato a chi vuole smettere di fumare cannabis smoking.

Lungi dall'incoraggiare il consumo di THC, l'effetto entourage e la complementarietà dei due cannabinoidi, invece, incoraggiano Ripensare il dibattito CBD Vs. THC, un dibattito che potrebbe emergere nella sfera pubblica quando si considera la cannabis medica in Francia.

Per concludere: CBD contro THC

 

CBD

rilevabile

Origine cannabis sativa cannabis sativa
legale No
Tariffa massima autorizzata 100% (concentrati) 0,2% (variazione prevista allo 0,3%)
psicoattiva No
coinvolgente No
Formula chimica C21H30O2 C21H30O2
Effetti principali Rilassamento, rilassamento muscolare, riduzione dello stress, riduzione di alcuni dolori Alta, euforia, rilassamento, fame, ansia, disturbi della memoria a breve termineterm
Prodotti Principali Olio di CBD, resine e pollini, liquidi elettronici al CBD, Fiori di CBD, gli infusi di canapa erba, hashish
Usi principali Applicazione locale, assunzione orale, nebulizzazione, infusione Guarnizioni, cucina
Ricercato dai test di screening (saliva, sangue, urine). No

THC vs. CBD: domande comuni

È possibile distinguere la cannabis CBD dalla marijuana ad occhio nudo?

È molto difficile, se non impossibile, distinguere ad occhio nudo la canapa CBD dalla cannabis THC del mercato nero. Se una testa che non lo è né appassito né ammuffito e offre a bei tricomi appiccicosi di solito è un segno di qualità dell'erba, non dice molto sul suo contenuto di THC o CBD. In caso di dubbio è necessario effettuare l'analisi di almeno un campione del prodotto.

THC e CBD hanno lo stesso odore?

La cannabis di qualità dovrebbe avere un buon odore. Questo profumo floreale, fruttato o dolce a seconda della varietà è però soprattutto opera di terpeni e flavonoidi. Tuttavia, questi non sono specifici della cannabis e si trovano nella maggior parte delle specie vegetali (frutta, verdura, fiori, ecc.). Finalmente, THC e CBD non hanno un odore particolare. È quindi impossibile riconoscerli al naso.

THC e CBD sono le uniche due molecole di cannabis che causano effetti sugli esseri umani?

No e tutt'altro. THC e CBD sono giusti due cannabinoidi tra più di cento. Se alcuni di loro sono ben noti come il CBG (cannabigerolo), il CBC (cannabicromene) o il CBN (cannabinolo), molti altri devono ancora essere scoperti e studiati. Tuttavia, THC e CBD rimangono di gran lunga i più conosciuti e presenti nella cannabis allo stato naturale. Gli altri sono presenti in quantità più o meno aneddotiche, il che spiega perché se ne fa (molto) meno parlare e perché sono anche meno presenti sul mercato. Senza contare che non tutti hanno effetti interessanti come quelli del CBD.

Come separare il THC dal CBD?

THC e CBD sono due cannabinoidi prodotti naturalmente dalla canapa. Sono quindi in definitiva solo molecole che devono essere estratte per poterle isolare e goderne in modo indipendente. Ci sono diverse tecniche per estrarre THC e CBD di una pianta di cannabis. Estrazione di CO2 è spesso preferito perché è più pulito dell'estrazione con solventi e conserva le proprietà dei cannabinoidi meglio dell'estrazione con olio. Per garantire che i prodotti contenenti THC non vengano venduti, la legge europea richiede l'uso di piante che non lo contengono non più dello 0,2% di THC. C'è poi non c'è più bisogno di separare il THC dal CBD.

I medicinali a base di cannabis contengono THC o CBD?

Potenzialmente entrambi. Esistono infatti farmaci contenenti CBD, altri contenenti THC e alcuni che combinano le due molecole per sfruttare i loro effetti combinati. La cannabis terapeutica non è autorizzata in Francia, tuttavia sono già stati approvati tre diversi trattamenti a base di cannabinoidi: Sativex (contenente CBD e THC e usato contro sclerosi multipla), Epidiolex (soluzione orale di CBD controepilessia) e Marinol (a base di Dronabinol, contro dolore neuropatico).

Condividere:

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.