Come combattere l'insonnia con il CBD e migliorare il sonno?

Immagine Titolo DESCRIZIONE Valutazione Prezzo Carrello

Olio di CBD 15% notte - Gusto alle erbe

HUIN15

Olio di CBD di notte 15%: dosaggio versatile ed effetti marcati

45.50

Olio di CBD 20% notte - Gusto alle erbe

HUIN20

Notti serene grazie all'olio notturno CBD 20% Le

59.50

Capsule CBD 20mg

GEL

Perché prendere le capsule di CBD? Combinando il cannabidiolo,

49.90

Come combattere l'insonnia con il CBD e migliorare il sonno? Le nostre società moderne favoriscono il stress e uso massiccio di schermi. Di conseguenza, soffre gran parte della popolazione francese disturbi del sonno. Il CBD, o cannabidiolo, sembra una potenziale soluzione. La Francia ha un passato complicato con i prodotti derivati ​​dalla cannabis, che storicamente si sono tradotti in una legislazione repressiva. Tuttavia, le mentalità sia dei cittadini che del governo stanno gradualmente cambiando.

Torna al collegamento i principi attivi della cannabis durante il sonno per capire meglio come usare Olio di CBD contro l'insonnia. 

Quali sono le ragioni per dormire male?

Il 12% dei 25-45 anni sono insonni - il CBD potrebbe aiutarli

Il 12% dei 25-45 anni sono insonni - il CBD potrebbe aiutarli

Ci sono due ragioni principali per dormire male. Il primo è quello di avere difficoltà ad addormentarsi (insonnia), e quindi potenzialmente non dormire a sufficienza. Il secondo problema ricorrente è solitamente correlato a a sonno di scarsa qualità o frequenti fasi di risveglio.

Nella maggior parte dei casi, a interruzione del ciclo circadiano, è coinvolto il ciclo del sonno naturale. Molti fattori possono impatto sul nostro orologio biologico e ci impediscono un riposo salvifico. Tra questi troviamo, senza sorpresa, ansia, jet lag o semplicemente un cattivo stile di vita. il luce blu proiettato dai nostri schermi tende anche a far credere al nostro cervello che è ancora giorno e quindi non è ancora ora di dormire. Consultare il cellulare a letto può quindi favorire i disturbi del sonno.

A causa di questi diversi parametri, e talvolta della loro combinazione, gran parte della popolazione soffre di disturbi del sonno. Secondo l'Istituto Nazionale per la Prevenzione e l'Educazione alla Salute (INPES), quasi un terzo dei 25-45enni non dorme a sufficienza. Di più, Il 12% sono insonni, vale a dire che soffrono della mancanza di qualità del loro sonno. La cannabis light sembra essere in grado di fornire una soluzione confortevole per quelle persone che hanno difficoltà ad addormentarsi o a rimanere addormentate. Ridurre l'insonnia con gli oli di CBD sembra quindi possibile.

In che modo il CBD influisce sul sonno?

La cannabis CBD sarebbe un buon rimedio per l'insonnia

La cannabis CBD sarebbe un buon rimedio per l'insonnia

Il corpo umano ha naturalmente a sistema endocannabinoide (SEC). Questo termine scientifico significa semplicemente che il nostro corpo è in grado di secernere naturalmente molecole molto vicine a quelle presenti nelle piante di canapa. All'interno della nostra organizzazione, la SEC è responsabile mantenimento dell'omeostasi nel corpo, vale a dire riequilibrio interno. Il suo principio è semplice: i sensori effettuano misurazioni diverse nel corpo e reagiscono all'ambiente per adattare il loro comportamento.

Abbiamo due tipi di sensori. I CB1 sono correlati al sistema nervoso mentre i CB2 gestiscono il sistema immunitario. Il CBD interagisce maggiormente con i recettori CB2, a differenza del THC, il cannabinoide noto principalmente per i suoi effetti psicotropi. Invece, attiva i recettori CB1.

Agendo sulla SEC, il CBD potrebbe svolgere un ruolo nella coscienza del nostro organismo giorno e notte. Nel farlo, lui promuovere la sonnolenza, il tutto senza effetti euforici, psicotropi o addirittura sedativi. Aiuterebbe anche con il rilassamento muscolare e il rilassamento, altri fattori che potrebbero combattere l'insonnia.

Olio di CBD e sonno: la soluzione per dormire meglio?

Il motivo numero uno per cui le persone assumono cannabidiolo soffrire di disturbi del sonno serve semplicemente a ridurre l'insonnia e ad addormentarsi. Si propone infatti principalmente per il suo proprietà lenitive. Rilassante, sarebbe quindi di aiuto addormentarsi più velocemente. Si ritiene inoltre che abbia proprietà antinfiammatorie, che logicamente portano a una riduzione dello stress fisico. Un corpo meno stressato è quindi più rilassato e più in grado di addormentarsi velocemente. I disturbi della sonnolenza si riducono utilizzando l'olio di CBD.

L'olio di cannabis CBD potrebbe, oltre a favorire il sonno, aiuta anche a rimanere addormentato. I due effetti combinati lo rendono possibile dormire meglio e più a lungo. Gli studi iniziali tendono a dimostrarlo Il CBD può aiutare a dormire. Secondo i risultati ottenuti, sembrerebbe che l'assunzione di cannabidiolo prima di coricarsi regola le fasi del sonno REM. Queste fasi, chiamate REM (Movimento oculare rapido) in inglese fanno bene ai sogni e sono importanti per la sensazione di sonno riposante. Potrebbe anche aiutare ridurre l'apnea notturna.

L'ultimo grande vantaggio della cannabis legale, lo fa nessun effetto collaterale identificato, nessuna dipendenza fisica. I suoi effetti potrebbero quindi avvicinarsi ai benefici dati ai farmaci moderni, evitando i loro effetti collaterali. Alcuni sonniferi infatti provocano fasi di sonnolenza incontrollata, sonno non sempre riposante e forte assuefazione al prodotto.

Il CBD renderebbe più facile addormentarsi e stabilizzare le fasi del sonno

Il CBD renderebbe più facile addormentarsi e stabilizzare le fasi del sonno

Gli effetti dell'olio di CBD contro l'insonnia (per dormire)

I risultati degli studi scientifici disponibili non stabiliscono ancora un collegamento diretto tra il Il CBD e la sua azione contro l'insonnia. Ciò che viene detto, tuttavia, è che attraverso i suoi numerosi effetti virtuosi, il cannabidiolo ha una grande possibilità di essere in grado di farlo agire indirettamente sulla qualità del nostro riposo.

Un altro aspetto importante di effetti dell'olio di CBD contro l'insonnia vanno inoltre evidenziate: le (molto) numerose testimonianze da parte degli utenti. La conclusione è chiara: consumare cannabidiolo, e soprattutto olio di CBD, prima di andare a dormire li aiuta beneficiare di una migliore qualità del sonno.

Più precisamente, si distinguono diversi vantaggi:

  • Sensazione di riposo e relax prima di addormentarsi,
  • Più facile e veloce addormentarsi,
  • Sonno più profondo con l'assunzione di CBD,
  • Sensazione di stanchezza meno presente durante le fasi di veglia,
  • Addormentarsi facilitato durante la notte.

Tra gli scettici, alcuni evocano a potenziale effetto placebo del cannabidiolo, questo processo terapeutico permette di ottenere risultati benefici, anche senza l'azione diretta di un prodotto sull'organismo. Sembra, nel caso del CBD, che i suoi effetti sull'insonnia vadano ben oltre il placebo. Tuttavia, questo parametro non deve essere trascurato poiché, a seconda dell'individuo e degli studi, a volte può essere efficace in più del 50% dei casi!

Usare l'olio di CBD per dormire meglio?

L'olio di CBD ha alcune specificità che lo rendono un prodotto di prima scelta quando si tratta di dormire meglio:

  • La sua modalità di assunzione è salutare (nessuna combustione o vaporizzazione),
  • L'olio di CBD agisce rapidamente e quindi consente di addormentarsi rapidamente, soprattutto per via sublinguale (gocce sotto la lingua),
  • Lo rende facile combinare CBD e melatonina o altri componenti utili per un buon comfort durante il sonno.

L'olio di CBD permette anche e soprattutto di godere dei benefici del CBD contro l'insonnia in modo molto semplice poiché il suo utilizzo è particolarmente facile:

  1. Scegli un commerciante di cannabis serio (il nostro negozio ha oli di CBD di qualità per te).
  2. Decidi il dosaggio giusto (iniziando con un olio a basso contenuto di cannabidiolo).
  3. Scegli un dosaggio adatto alle tue esigenze e alla tua morfologia (la nostra guida dedicata ti aiuta a determinare la quantità ideale di CBD).
  4. Prendi le tue gocce di olio da 15 a 30 minuti prima di coricarti, in un ambiente calmo favorevole al relax. Per effetti massimi e rapidi, lasciarli per almeno 30 secondi sotto la lingua prima di deglutire.
  5. Goditi un piacevole momento di relax e, soprattutto, una buona, lunga notte di sonno ininterrotto!
Plant-cannabis-min

Quante gocce di CBD per dormire?

poi, quante gocce di CBD dormire? Capirai è caso per caso. Il numero di gocce di CBD per dormire dipenderà principalmente dal tuo peso, dal dosaggio di CBD nel tuo olio e dalle tue necessità. Calmare lo stress lieve non è la stessa cosa che alleviare il dolore intenso. Nella maggior parte dei casi, puoi consumare tra le 12 e le 16 gocce di CBD al giorno con un olio di CBD al 5%. Riduci il numero di gocce della metà per uno 10% di olio e proporzionalmente con oli di CBD al 15, 20 o 30%. Sta a te testare e adattare il dosaggio in base al tuo caso. Sconsigliamo di andare oltre 18 gocce di CBD al giorno per un olio dosato al 5%.

Nel nostro negozio, offriamo una selezione di prodotti tracciabili di qualità. I nostri esperti lavorano con fornitori rinomati e ti forniscono analisi che ti consentono di essere sicuro del livello di cannabinoidi dei prodotti venduti. Lo speriamo puoi quindi evitare l'insonnia e dormire bene grazie al CBD.

Fumare una canna prima di dormire: una cattiva idea?

Proviamo a vedere la situazione da un punto di vista puramente oggettivo. Ora sappiamo almeno due cose:
  • Il CBD in particolare e la cannabis in generale contribuiscono al sonno profondo e alla lotta contro l'insonnia.
  • Fumare una canna è sicuramente il modo più veloce per beneficiare delle proprietà dei cannabinoidi.
Logicamente, queste due osservazioni ci portano a dedurre che fumare una canna di CBD prima di dormire sia una metodo efficace per combattere l'insonnia. Tuttavia, è senza contare su altri due argomenti, venuti a sventare questo piano:
  • Fumare CBD, anche se il prodotto grezzo è legale, è proibito dalla legge francese.
  • La combustione per produrre fumo comporta temperature molto elevate e il scarico di sostanze nocive, che può danneggiare i polmoni, tra le altre cose. Senza contare che il calore elevato deteriora la qualità dei cannabinoidi: la concentrazione viene quindi ridotta e la loro i benefici sono diminuiti.
Quindi, fumare una canna prima di dormire potrebbe sicuramente aiutarti a combattere l'insonnia con il CBD. Tuttavia, avrebbe come effet secondario per metterti nell'illegalità. Un'altra conseguenza importante è che otterresti una soluzione ai tuoi problemi di sonno che potrebbe causare altri problemi altrove nella tua organizzazione. Conclusione: questa è sicuramente una cattiva idea. fumarsi una canna prima di dormire

Come addormentarsi senza articolazioni?

Al contrario, alcuni consumatori abituali di cannabis sono privati ​​del loro "momento di relax" serale durante il periodo di sospensione. L'arresto delle articolazioni corrisponde poi, per alcune di esse, all'insorgenza dell'insonnia. Si tratta di un fenomeno che, se non è sistematico, rimane frequente poiché il corpo deve riabituarsi a riaddormentarsi, e quindi di ritrovare il suo naturale ciclo del sonno. La buona notizia è che, ancora una volta, Il CBD può facilitare la transizione aiutando a combattere l'insonnia. Potrebbe anche promuovere lo svezzamento del THC e quindi consentono di smettere di fumare cannabis nelle migliori condizioni. Fortunatamente ci sono modi più miti di assumere cannabidiolo e molto meno dannosi per il corpo, come l'olio di CBD o i tè di canapa.

CBD e melatonina: un binomio vincente per il sonno profondo?

Non è raro trovare prodotti CBD per l'insonnia che includono anche la melatonina. Resta da vedere di cosa si tratta e se la sua presenza è giustificata o addirittura interessante per il consumatore.

La melatonina è un ormone secreto dall'epifisi, una ghiandola situata nel nostro cervello. Il suo ruolo principale è quello di regolare il nostro orologio biologico. Per fare questo, l'epifisi ne produce piccole quantità durante il giorno, favorendo il nostro risveglio, e maggiori quantità la sera, indicando al nostro organismo che è ora di ridurre la sua attività e di andare a letto.

Prodotta in laboratorio, la melatonina è ampiamente utilizzata nei prodotti sanitari, tra cui combattere l'insonnia ou sopportare meglio il jet lag in viaggio. Se favorisce il sonno, lo è comunque non è responsabile per la qualità o la durata del sonno.

Ad oggi, pochi studi mostrano chiaramente i benefici dell'assunzione cumulativa di CBD e melatonina. Tuttavia, le due molecole sembrano avere ulteriori vantaggi, implicando in entrambi i casi l'opportunità di dormire meglio. Inoltre, sia la melatonina che il CBD non sono presenti nessun effetto collaterale importante noto. È comunque non raccomandato per le persone con problemi immunitari prendere l'ormone del sonno.

Quest'ultimo potrebbe infatti, a seconda del dosaggio e della persona, accelerare o ridurre alcune delle nostre reazioni immunitarie. Meglio così, prima di ogni consumo, chiedi consiglio a un dottore consapevole della tua condizione medica.

Condividere:

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.