Effetto Entourage: l'unione dei cannabinoidi fa la forza

Allontaniamoci dal mondo della cannabis per un momento (qualunque cosa). Ti sei mai chiesto se Bob Marley sarebbe stato così leggendario senza i Wailers? Troppo buono senza i Maytals? Probabilmente no. Ci sono quelle occasioni in cui il tutto è più della somma delle parti. Lo stesso vale per la cannabis leggera. Parliamo quindi dieffetto entourage, questo misterioso fenomeno fa sì che il cannabidiolo (CBD), associato ad altri cannabinoidi, ma anche altre sostanze organiche (terpeni, flavonoidi), produca effetti più pronunciati, anche nuovi effetti. Affascinante, non è vero? Perfetto, te lo diciamo tutto sull'effetto entourage !

Effetto Entourage: definizione

Effetto entourage: nome dato al lavoro di squadra dei componenti della cannabis
Effetto Entourage: nome dato al lavoro di squadra dei componenti della cannabis

L'effetto entourage è il nome dato alazione coordinata dei diversi componenti della cannabis sul corpoche si tratti di canapa industriale legale o marijuana. In breve, è quindi molto semplicemente un file synergie, consentito dal consumo contemporaneo di più componenti dell'impianto.

In effetti, l'effetto entourage è stato dimostrato a seguito di diversi studi che giungono sempre alle stesse conclusioni: consumare estratti di piante intere produce nella maggior parte dei casi effetti diversi e più pronunciati che consumare alcuni composti puri.

Questa scoperta, ancora poco o poco conosciuta, è accompagnata da buone e cattive notizie per la comunità scientifica, come per i consumatori altrove. Lei anzi complica ulteriormente le azioni della cannabis sul corpo umanoe ci porta un po 'più lontano da quando saremo in grado di capire effettivamente come l'uno interagisce con l'altro. Al contrario, l'esistenza più che probabile dell'effetto entourage apre un numero incredibile di porte sui possibili effetti della cannabis sul corpo umano. Con loro nasce anche la speranza di poterlo fare creare ceppi in grado di produrre effetti molto specifici.

È ancora necessario essere in grado di trovare il file perfetto equilibrio tra i diversi componenti di una pianta di cannabis.

Cannabinoidi, terpeni e flavonoidi: tutti protagonisti dell'effetto entourage

La cannabis è più del CBD
La cannabis è più del CBD

Quando si parla di cannabis, il primo termine un po 'tecnico che viene discusso è solitamente CBD. O THC. In ogni caso, un cannabinoide. Principale responsabile degli effetti della cannabis, queste molecole svolgono un ruolo essenziale nell'effetto entourage. Tuttavia, non sono gli unici e la comprensione di questi ultimi deve essere basata sulla considerazione di almeno tre grandi famiglie di componenti:

  • Cannabinoidi: sostanze chimiche prodotte naturalmente dalla cannabis e in grado di interagire con il corpo umano attivando il nostro sistema endocannabinoide. Comprendono il THC e CBD, ovviamente, ma anche CBN, CBC, CBL e molti altri poiché esisterebbero in tutti un centinaio di cannabinoidi diversi.
  • Terpeni:: classe di idrocarburi particolarmente nota per essere l'origine dell'odore e del gusto di diverse varietà di cannabis. Sono presenti anche in molte altre specie vegetali e hanno caratteristiche molto varie, sia in termini di aromi (terra, resina, spezie, agrumi) che di effetti (analgesici, sedativi, antinfiammatori).
  • Flavonoidi: pigmenti vegetali noti soprattutto per la loro effetti antiossidanti, e quindi la loro azione contro i radicali liberi. Partecipano quindi agli aromi e al colore dei boccioli di cannabis leggera (come il nostro Purple Kush), ma anche alle loro proprietà, soprattutto antinfiammatorie.

È quindi su questa base, per quanto ricca e complessa, che gli scienziati devono lavorare, in particolare nel contesto del cannabis terapeutica, ancora un semplice oggetto di studio in Francia.

Cannabis medicinale: goditi l'effetto entourage combinando THC e CBD

Non è una novità, il tetraidrocannabinolo, meglio noto come THC, è un cannabinoide particolarmente diffamato. Per i suoi alti effetti prima di tutto, ma anche per il suo carattere fortemente coinvolgente e per la perdita di controllo che provoca nei suoi consumatori, è considerato in Francia come un narcotico. La legge europea vieta anche la coltivazione e la commercializzazione di qualsiasi prodotto derivato da una pianta di canapa con un contenuto di THC superiore allo 0,2%. Stesso ritornello per la World Anti-Doping Agency (WADA), che considera il THC un doping, ma lo consente atleti che usano CBD.

Queste restrizioni non sono sorprendenti dato il noti effetti collaterali del THC. La sorpresa arriva piuttosto, a prima vista, dal quasi sistematico presenza di THC nei trattamenti (nei paesi in cui è riconosciuto come tale) sulla base della cosiddetta cannabis medica. Anche in questo caso, dobbiamo passare all'effetto entourage per capire l'interesse dicombina alcuni cannabinoidi, come CBD e THCo altri componenti organici per trarne il massimo.

Uno studio condotto da Professor Jeremy R. Johnson e pubblicato nel Giornale di gestione del dolore e dei sintomi nel 2010 ha quindi dimostrato in particolare che, nell'ambito del trattamento di determinati dolori, né il THC né il CBD da soli offrivano risultati molto più convincenti di un semplice placebo. D'altra parte, loro ha migliorato significativamente le condizioni dei pazienti. Un anno dopo, a altro studio pubblicato sulla stessa rivista scientifica e interessato anche all'effetto entourage ha anche dimostrato che, nel loro ambiente naturale, i vari cannabinoidi, associati a terpeni e altri flavonoidi, beneficiano di un sinergia che non esiste quando somministrato come isolato.

Scegliere i giusti prodotti CBD per beneficiare dell'effetto entourage

La cannabis non trasformata promuove l'effetto entourage
La cannabis non trasformata promuove l'effetto entourage

Al di là delle opportunità che aprono alla comunità scientifica, questi diversi elementi sottolineano l'importanza di scegliere quelli giusti. prodotti CBD se vuoi trarne il massimo. Questo è vero per il tipo di prodotto stesso, a cui idealmente ci si rivolge pochi o nessun prodotto trasformato. Questo è particolarmente il caso di infusi di canapa. A seconda delle loro esigenze, ma anche del metodo di assunzione preferito, molti consumatori si rivolgono estratti di cannabis light. Anche in questo caso, la conoscenza dell'effetto entourage incoraggia scegli l'olio di CBD giusto, in particolare preferendo un olio con ampio spettro piuttosto che isolato.

Condividere:

Condividi su Facebook
Facebook
rimproverare
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I nostri prodotti CBD

Altri articoli sul CBD

Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.
Torna in cima
form1-4-popup.png

Ricevi offerte esclusive

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Twitter e ricevi -10% sul tuo ordine! Non dimenticare di inviarci un piccolo messaggio anche su Twitter;)