Fumo di cannabis e gatti: è dannoso per gli animali domestici?

Immagine Titolo Valutazione Prezzo Carrello

Olio di CBD per gatti 3%

HUICA3

11.35

Olio di CBD per gatti 5%

HUICA5

14.95

Sebbene fumare cannabis sia illegale in Francia e in molti altri paesi europei, ammettiamolo, la pianta è ampiamente consumata.

Così, solo in Francia, quasi il 45% della popolazione ammette di aver già fumato uno spinello di marijuana. Le conseguenze per l'organismo sono ampiamente note e spetta a tutti prendere una decisione informata. Ma che dire dei nostri cani e gatti?

I nostri animali domestici soffrono di fumo di cannabis area circostante e, in caso affermativo, quali sono i effetti collaterali possibile? Questo è quello che stiamo cercando di capire oggi.

Effetti collaterali del fumo di cannabis sugli animali: cosa sappiamo

I gatti soffrono degli effetti del fumo di cannabis molto rapidamente

I gatti soffrono degli effetti del fumo di cannabis molto rapidamente

L'uso della cannabis no mai stato così in alto in Francia. Con quasi la metà della popolazione adulta che ha già consumato, è probabile che molti cani e gatti siano già stati esposti al suo fumo. Se non pensiamo necessariamente a loro, o ad altri membri del nostro entourage, prima di consumare, il fumo di cannabis ha effetti collaterali reali, anche durante l'esposizione indiretta: questo è ciò che chiamiamo cannabis passiva.

Per gli animali domestici, è anche peggio perché non sono consapevoli del rischio corso. A fronte di un'esposizione prolungata, la loro salute è comunque in pericolo.

Gli animali domestici sono sensibili ai cannabinoidi

La maggior parte degli animali ha anche un file sistema endocannabinoide. Questo semplice fatto è sufficiente per dimostrare che i cannabinoidi hanno effetti comprovati su cani, gatti e molti altri animali domestici. Peggio ancora, sarebbero in effetti più sensibili di noi. Restano ancora da fare studi approfonditi, ma questo sembra già essere spiegato da almeno due ragioni:

  • Cani e gatti hanno più sensori CB1 e CB2 degli umani,
  • Sono in media più piccoli e più leggeri di noi, quindi hanno bisogno di meno per sentire gli effetti (a seconda del legge di effetto).

Effetti della cannabis sui gatti

Simpatico gatto che fuma uno spinello ? Forse per chi guarda la scena, ma non certo per lui! In media, un gatto adulto pesa tra i 4 ei 5 chilogrammi. Tutto ciò di cui hanno bisogno è una quantità di rilevabile minimo per sballarsi.

Nei gatti, come nei cani, gli effetti collaterali a breve termine del fumo di cannabis non sono necessariamente quelli che ci si potrebbe aspettare:

  • Abbondante produzione di saliva,
  • Salti incontrollati,
  • Aggressività,
  • Mancanza di stabilità,
  • sonnolenza
  • Perdita di equilibrio,
  • Vocalizzazione eccessiva (miagola e abbaia),
  • Incontinenza,
  • Aumento o diminuzione della frequenza cardiaca
  • Occhi rossi e pupille dilatate,
  • Sensazione di freddo (bassa temperatura corporea),
  • Ipersensibilità all'ambiente (luce, rumore),
  • Problemi respiratori,
  • Convulsioni.

Effetti della cannabis sui cani

I cani tendono a mangiare qualsiasi cosa: attenzione agli avanzi di cannabis!

I cani tendono a mangiare di tutto e di più: fai attenzione alla cannabis avanzata!

Nei cani, possono comparire diversi sintomi dopo l'uso involontario di cannabis, tra cui:

  • Sonnolenza,
  • Vomito
  • Tremori,
  • Incontinenza urinaria,
  • Problemi di coordinamento dei movimenti.

Presta particolare attenzione quando esci: ai cani piace mangiare tutto ciò che gli passa sotto il naso. Una vecchia foca lasciata schiacciata a terra può bastare per avvelenarli!

Cosa succede se il mio gatto o cane ha inalato o ingoiato cannabis?

Se sorprendi il tuo animale domestico a mangiare cannabis o noti alcun sintomo, contatta immediatamente il tuo veterinario o un veterinario di turno. Metti in chiaro che il tuo gatto o cane è stato esposto alla cannabis e specificare se si tratta di THC e / o CBD o altro cannabinoide legale. Un veterinario non è la polizia, il suo obiettivo primario è garantire la salute del tuo animale domestico!

Soprattutto, prova a stai calmo. La tua compostezza ti consentirà di prendere le decisioni giuste e di agire rapidamente. A seconda della quantità e della sensibilità del tuo animale domestico, il tempo di insorgenza dei primi sintomi può variare notevolmente. Pertanto stimiamo tra 3 minuti e 3 ore il tempo per l'inizio degli effetti della cannabis su un gatto. Se te ne rendi conto prima che compaiano i sintomi, questo è l'ideale. Se questi sono i sintomi che ti mettono in guardia, dovrai agire rapidamente.

In entrambi i casi la procedura è la stessa.

1. Chiama un veterinario e dagli tutte le informazioni necessarie

  1. Tipo prodotto (cannabis passiva, torta spaziale, ingestione di cannabis pura, spinello avanzato, ecc.).
  2. sintomi (vomito, ipersalivazione, sonnolenza, incontinenza, disorientamento, ecc.)
  3. Quantità stimata.
  4. Tempo di consumo.
  5. Peso dell'animale.
  6. Possibile condizione medica (problemi di salute, assunzione di cure).

Se non avete a portata di mano questa lista al momento dei fatti, niente panico, il veterinario sa cosa fare e vi interrogherà se necessario per scoprire gli effetti attuali della cannabis sul vostro gatto o cane.

2. Segui i consigli del veterinario

A seconda della gravità degli effetti della cannabis su cani o gatti, i veterinari possono utilizzare metodi diversi. Se l'assunzione è recente e il gatto non mostra sintomi importanti, può decidere di farlo farlo vomitare e quindi evitare la maggior parte degli effetti della cannabis. In caso di vomito, disorientamento o altri sintomi indesiderati, è comunque meglio evitare. Tanto più che un cane o un gatto disorientato dagli effetti della cannabis può diventare più agitato del solito e cerca di difenderti.

Il veterinario può anche scegliere direndi il tuo cane o gatto più a suo agio fino a quando gli effetti della cannabis non sono svaniti. Anche prendere carbone attivo, fare un'infusione e nella maggior parte dei casi tenerlo sotto osservazione sono procedure comuni.

3. Tieni la cannabis e i suoi effetti lontani da cani e gatti.

Quest'ultimo passaggio dovrebbe infatti essere l'unico necessario poiché in primo luogo, cani e gatti non dovrebbero mai sperimentare gli effetti della cannabis.

Il CBD ha effetti collaterali anche sugli animali?

Indipendentemente dal prodotto, consultare un veterinario prima di somministrare la cannabis a un gatto o un cane

Indipendentemente dal prodotto, consultare un veterinario prima di somministrare la cannabis a un gatto o un cane

Dipende da cosa stiamo parlando. La molecola di cannabidiolo non si presenta da sola nessun noto effetto collaterale noto. Tuttavia, non è privo di effetti e non saranno necessariamente gli stessi a casa tua come nel tuo amico peloso. Va anche ricordato che fumare cannabis CBD rimane vietato in Francia e in molti altri paesi, anche se il prodotto stesso è legale. È semplicemente inteso per altri modi di consumo.

Quindi anche se Il CBD è noto soprattutto per i suoi effetti virtuosi, se viene fumato comporta dei rischi. Sono poi soprattutto legati alla combustione: incrostazione dei polmoni, problemi respiratori, ingestione di sostanze nocive legate alla combustione (presenti quindi nel fumo, quindi possibile che il vostro cane o gatto inalino), ecc.

Il fumo di CBD dovrebbe quindi essere vietato vicino al tuo animale domestico, sia per motivi legali che di salute. In altre forme, tuttavia, è possibile considerare di alleviare alcuni disturbi animali mediante natura lenitiva e antinfiammatoria del cannabidiolo. Ve ne diciamo di più in un articolo dedicato a CBD e animali.

In ogni caso, ti consigliamo di chiedere il parere di un veterinario prima di considerare di somministrare il CBD al tuo cane o gatto. Solo un professionista sarà in grado di consigliarti sui meriti di tale pratica e sul dosaggio utile.

Per concludere: cosa succede se vuoi consumare cannabis e avere gatti?

Non fumare cannabis vicino agli animali è ancora la migliore prevenzione

Non fumare cannabis vicino agli animali è ancora la migliore prevenzione

Se hai animali domestici e usi cannabis, la soluzione migliore è semplicemente non fumare intorno a loro, soprattutto non in casa. Se non vuoi smettere, la cosa più salutare per tutta la famiglia è rivolgersi a altre modalità di consumo. Favorendo varietà ricche di CBD, così puoi goderti i benefici della cannabis sotto forma di un'alternativa legale, ad esempio nella vaporizzazione, che evita la combustione e quindi i fumi più nocivi per il tuo animale domestico e per voi. Il Oli di CBD et gli infusi di canapa sono modi ancora più delicati per trarre beneficio dal CBD senza trasmetterlo al tuo cane o gatto!

Condividere: