Una donna incinta può consumare CBD?

Ovviamente durante la gravidanza dovrebbero essere evitati alcol e droghe di tutte le forme. Nessuna persona ragionevole oserebbe affermare il contrario. La cannabis, come al solito, però disturba gli animi e divide l'opinione tra chi la sconsiglia a titolo definitivo, anche nella sua forma giuridica, e chi sostiene che il CBD, privo di famigerati effetti collaterali, non se ne preoccupa e può, anzi , essere una fonte di comfort naturale prima e dopo il parto. Il team di Weedy districa il vero dal falso in modo che tu possa capire il opportunità e limiti del CBD per le donne incinte.

Il CBD è un modo naturale per sostenere la gravidanza o al contrario da evitare?
Il CBD è un modo naturale per sostenere la gravidanza o al contrario da evitare?

Puoi usare la cannabis durante la gravidanza?

La vera domanda da porsi non è se sia possibile, o addirittura ragionevole, consumare cannabis durante la gravidanza, ma piuttosto capire se è possibile l'uso legale di cannabis. In tutti i casi, è imperativoevitare a tutti i costi THC durante la gravidanza e durante l'allattamento. La marijuana è quindi, in tutti i casi, da vietare e se fumata o consumata secondo altre modalità di assunzione (infusione, via orale, ecc.)

THC e donne in gravidanza: rischi significativi

La combinazione di cannabis ricca di THC e gravidanza è ben nota. Abbiamo così a lungo saputo che è rischi per le donne incinte e i loro bambini sono gli stessi della classica sigaretta e del suo tabacco, se non peggiori.

Alcuni dei più gravi includono:

  • Aumento del rischio di aborto spontaneo,
  • Aumento del rischio di gravidanza ectopica,
  • Niente più nascite premature,
  • Ritardi nella crescita (-200 g in media alla nascita per i neonati la cui madre ha fumato durante la gravidanza),
  • Ritardi cognitivi bambini le cui madri hanno fumato marijuana durante la gravidanza.

Inutile dire accanto a questo elenco che i rischi sono significativi. Lo implica semplicementenessun livello di consumo di marijuana è sicuro durante la gravidanza e l'allattamento.

Ma per quanto riguarda il file prendendo CBD durante la gravidanza ?

CBD e donna incinta

Poco si sa sugli effetti della cannabis CBD sulle donne in gravidanza
Poco si sa sugli effetti della cannabis CBD sulle donne in gravidanza

Basti ricordare il il cannabidiolo, o CBD, è un cannabinoide perfettamente legale, commercializzato liberamente in molti paesi del mondo, compresa la Francia e l'intera Unione Europea. Noto per i suoi effetti benefattori, non comporta nessuna dipendenza, nessun effetto psicoattivo, nessun effetto collaterale famigerato noto.

Non vi è quindi a priori alcun problema importante associato all'assunzione di CBD durante la gravidanza. Tuttavia, lo stato della ricerca attuale non consente un giudizio chiaro sulla questione. Di fronte alla mancanza di prove, il principio di precauzione è quindi l'atteggiamento più ragionevole da avere riguardo alla combinazione di CBD / gravidanza.

Effetti del CBD durante la gravidanza: cosa sappiamo

A differenza degli effetti del THC, si sa molto poco sugli effetti del CBD durante la gravidanza. Al di là dei potenziali effetti collaterali che devono ancora essere compresi, il CBD potrebbe benissimo presentarsi potenziali benefici particolarmente interessanti durante la maternità :

Grazie a lui effetti rilassanti e antidepressivi, Il CBD potrebbe anche aiutare la neomamma nel periodo successivo al parto. Una traccia ancora da studiare è quindi la sua esatta azione su un potenziale diminuzione della depressione postpartum.

Tuttavia, solo perché la gravidanza è finita non significa che il consumo di CBD non possa più avere un effetto sul neonato, soprattutto durante l'allattamento.

Effetti del CBD sull'allattamento al seno

Alcuni effetti del CBD possono essere trasmessi al bambino durante l'allattamento
Alcuni effetti del CBD possono essere trasmessi al bambino durante l'allattamento

Ancora una volta, la ricerca non è in una fase sufficientemente avanzata per dare un'opinione ferma sugli effetti del CBD sull'allattamento al seno. È certo che il THC ingerito dalla madre lo sia rilevabile nei neonati allattati al seno. Ad oggi, resta quindi da dimostrare il trasferimento della molecola di CBD e / o alcuni dei suoi effetti durante l'allattamento.

Effetti del CBD sui bambini piccoli

La controindicazione generale al consumo di cannabis durante la gravidanza riguarda soprattutto il THC. Ha la capacità di attraversare la placenta e quindi influenzano il corretto sviluppo del feto. A differenza del CBD, non è tossico, suggerendo un'influenza completamente diversa sul feto e, successivamente, sullo sviluppo del bambino. Tuttavia, devono ancora essere condotti ulteriori studi mirati al CBD in particolare.

Infusi e olio di canapa in gravidanza: la soluzione?

Ci sono due principali ostacoli al consumo di cannabis durante la gravidanza: la presenza di THC nella pianta e la combustione, una modalità di consumo dannosa per definizione. Di fronte a questa osservazione, molti prodotti derivati ​​dalla cannabis sono puramente e semplicemente da bandire: fiori di CBD (contenenti fino allo 0,2% di THC), e-liquid di CBD (che, se non provocano combustione, comportano l'ingestione di vapore caricato con cannabinoidi), pollini e resine.

Gli infusi eOlio di canapa CBD sono quindi gli unici prodotti che non si presentano nessuna controindicazione evidente durante la gravidanza. Gli oli di CBD si distinguono in particolare perché, estratti in modo pulito e composti da ingredienti di qualità, garantiscono a totale assenza di THC nel prodotto finito. Grazie all'assunzione orale (poche gocce sotto la lingua), si accompagnano anche ad una modalità di consumo particolarmente pulita.

il team Weedy ti garantisce il vendita di prodotti CBD di qualità, da piante di canapa certificate dall'Unione Europea e prive di materiali tossici (pesticidi, fertilizzanti chimici, metalli pesanti in particolare). Tuttavia, ancora una volta, durante la gravidanza e la fase dell'allattamento al seno, il principio di precauzione dovrebbe applicarsi fino alla pubblicazione di studi scientifici affidabili che spieghino chiaramente gli effetti del CBD sulle donne in gravidanza e sui loro bambini. Qualunque sia la tua decisione, consultare sempre un medico : Può consigliarti il ​​trattamento più adatto alle tue esigenze.

Condividere:

Condividi su Facebook
Facebook
rimproverare
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

I nostri prodotti CBD

Altri articoli sul CBD

Iscriviti per ottenere
20% fuori del tuo primo ordine
NO GRAZIE
Torna in cima
form1-4-popup.png

Ricevi offerte esclusive

Iscriviti alla nostra newsletter

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.