Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.
Piante di cannabis CBD min

Ibridazione della cannabis: come promuovere la produzione di CBD?

L'ibridazione o breeding, è un processo ben noto ai coltivatori e agli appassionati di giardinaggio. Per la frutta e verdura, aiuta ad ottenere abbondanti raccolti e piante robuste. A livello di cannabis, permette anche e soprattutto la selezione delle piante naturalmente ricco di cannabidiolo, questa molecola naturale che agisce direttamente sul sistema nervoso e immunitario. Grazie a lei, la cannabis diventa canapa coltivata, ed è allo stesso tempo legale. Ma allora, cos'è l'ibridazione della cannabis e come promuove la produzione di CBD? Questo è quello che vediamo subito.

Cos'è l'ibridazione della cannabis?

Piante di cannabis CBD min
L'ibridazione della cannabis consente un'ampia selezione delle caratteristiche della pianta

L'ibridazione è semplicemente incrociare due varietà di cannabis per crearne una nuova. Ovviamente le varietà base non vengono scelte a caso, ma in base a caratteristiche prestabilite che vogliamo ritrovare nell'ibrido.

Di aspetto semplice, questo processo richiede tuttavia lunghe ricerche, numerose prove e noiosi lavori di stabilizzazione prima di ottenere una nuova varietà che sarà in grado non solo di mostrare le caratteristiche desiderate, ma oltre a trasmetterle a sua volta i suoi discendenti. Questo lungo lavoro di selezione è quello di allevatore.

In origine, l'albero genealogico della cannabis selvatica consisteva solo di pochi ceppi originali, chiamati landraces. Meno stabili, sono generalmente 100% indica o sativa e molto dipende dalla loro posizione geografica. Con l'ibridazione, il numero di varietà di cannabis è esploso, con centinaia di ibridi diversi.

E l'ibridazione naturale in tutto questo?

L'ibridazione non è un processo limitato a serre e metodi di coltivazione indoor dei coltivatori di cannabis. Si tratta infatti di un insieme di tecniche ampiamente utilizzate in Botanica al fine di far crescere piante più produttive e più resistenti a malattie e parassiti.

Come spesso accade, tuttavia, da allora l'Uomo non ha inventato nulla o almeno ha inventato poco l'ibridazione esiste anche in natura. In natura, le piante femminili devono essere impollinate da piante maschili per riprodursi. Questo di solito è il lavoro delle api o di altri piccoli animali impollinatori. Questo spiega perché il ecotipi, sebbene in numero inferiore rispetto agli ibridi, hanno a varietà genetica eccezionalmente ampia qualunque cosa casuale.

Vantaggi dell'ibridazione delle piante di cannabis light

In natura, il tetraidrocannabinolo (THC) è il cannabinoide più comune nella pianta di cannabis, con tassi che possono superare il 20%. Il THC è considerato un narcotico e l'Unione Europea è incaricata di decidere le leggi riguardanti la vendita di prodotti derivati ​​dalla cannabis nei suoi stati membri, Francia compresa. È quindi severamente vietato vendere legalmente prodotti di una pianta di canapa coltivata che espone un livello di THC superiore allo 0,2%.

Al contrario il cannabidiolo, più famoso con l'acronimo CBD è rinomato per i suoi effetti calmanti, che può in particolare lenire alcuni dolori ou aiutare il sonno. Questa reputazione, per molto tempo basata su semplici osservazioni, tende a migliorare sempre di più, compresa e spiegata dalla scienza.

Attraverso l'ibridazione e un'attenta selezione di varietà naturalmente ad alto contenuto di CBD e a basso contenuto di THC, è quindi possibile creare piante perfettamente legali, il cui livello di THC è intorno allo zero e il livello di CBD è il più alto possibile.

Alcuni aromi possono anche essere incoraggiati, al fine di creare varietà con belle note di pepe, agrumi o anche frutti esotici.

Alcuni famosi ibridi di cannabis ricchi di CBD

L'ibridazione consente la coltivazione di sativa di qualità, con meno effetti narcotici
L'ibridazione consente la coltivazione di sativa di qualità, con meno effetti narcotici

Nei paesi in cui la cannabis è legalizzata, il che, non è il caso della Francia, una varietà è considerata davvero ricca di THC quando il suo livello è tra il 12 e il 25%, con più del 20% rappresentano ceppi davvero forti, nel caso di questa straordinaria molecola, con marcati effetti allucinogeni.

Per il CBD, al contrario, il tasso è considerato alto dal 4% e può anche superare il 20%. Alcune varietà sono così diventate famose per il loro alto contenuto di cannabidiolo. Alcune migliori sative e indica si trovano così nell' e-shop Weedy . Di seguito alcuni esempi, tra i più noti:

  • New York City Diesel: un ibrido a predominanza sativa con forti note di diesel, agrumi e pepe.
  • Harlequin: legnoso e fiorito, ricorda per certi versi l' Haschisch Nepalese.
  • Charlotte's Web: spesso raggiunge il 20% di CBD, che le è valso un uso comune nella produzione diOlio di CBD.

Limitazioni dell'ibridazione della cannabis

Non spingere troppo oltre l'ibridazione è una delle sfide del mercato della cannabis
Non spingere troppo oltre l'ibridazione è una delle sfide del mercato della cannabis

Nell'agricoltura moderna, l'ibridazione è una pratica comune. Si è diffusa così ampiamente che gli ibridi minacciano persino di sostituire le varietà originali, quindi alcune specie antiche minacciano di scomparire. Un esempio ormai noto, ma a dir poco illustrativo, è quello dei pomodori, la cui ibridazione è giunta al culmine.

Certo, i frutti ora crescono in grappoli regolari, con un'estetica perfetta e dimensioni non meno impeccabili. Tuttavia, si manifesta una chiara perdita di gusto. Osservando ulteriormente le analisi, risulta che il contenuto nutrizionale perde anche la sue proprietà. L'ibridazione è una delle cause, ma non è l'unica. Viene infatti spesso associata l'estrema selezione di alcune caratteristiche (produzione, estetica, velocità di crescita, conservazione dopo la raccolta) cultura fuori suolo, o idroponica, che contribuisce alla perdita di sostanze nutritive e qualità gustative.

Mentre il mercato della cannabis è in forte espansione, la tentazione di alcuni produttori di cannabis di far crescere le piante più velocemente con una resa migliore, è alta. Tuttavia, i consumatori sono molto attaccati agli aromi e al gusto dei prodotti derivati ​​dalla cannabis. Era vero per il mercato nero, lo è ancora di più per il mercato legale. Acquistando un prodotto ricco di CBD legale e rinomato per i suoi effetti positivi sul corpo, il consumatore si aspetta di trovare un prodotto di qualità e non uno di massa.

Tuttavia, si dovrà imparare dagli errori commessi nel settore agroalimentare negli ultimi decenni per non replicarli sulla scala della coltivazione legale di cannabis.

Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.