[INFOGRAFICA] Cifre chiave per il mercato del CBD in Francia

Dall'esplosione di Mercato CBD in Francia nel 2018 sentiamo tutto (e talvolta qualsiasi cosa) su di lui. Va detto che, se il successo del cannabidiolo è certo, non sempre è facile misurarne l'importanza.

Ciò è particolarmente vero per quanto riguarda i benefici che genera e il tipo di consumatori interessati. Tuttavia, più passa il tempo e più gli studi a riguardo sono numerosi. Abbiamo raccolto in un'infografica tutte le cifre chiave da conoscere per comprendere appieno il mercato del CBD in Francia… E le sue opportunità!

mercato del cbd in francia infografica weedy sito web

Informazioni per il lettore: i dati e le statistiche utilizzati in questo articolo provengono da diversi studi e indagini, in particolare realizzati in Francia e negli Stati Uniti. Sono raccolti qui.

CBD in Francia: un mercato da 1,5 miliardi di euro?

Il peso del mercato del CBD, in Francia come nel resto del mondo, è ancora difficile da valutare. Secondo gli studi, le cifre variano abbastanza ampiamente. Pertanto, il mercato globale del CBD genererebbe 3 miliardi ogni anno secondo alcuni, quando l'OFDT (Osservatorio francese delle droghe e delle tossicodipendenze) cita 9 miliardi all'anno solo per l'Europa... ma considerando la cannabis nel suo insieme, che non è necessariamente paragonabile.

Tuttavia, tutti concordano sul fatto che la Francia svolge ancora un ruolo molto secondario sul mercato europeo (12% del mercato mondiale). Mentre la Germania e il Regno Unito attualmente fanno la parte del leone delle entrate del CBD, il potenziale francese è lì. Alcuni esperti credono che il mercato del CBD potrebbe portare fino a 1,5 miliardi di euro all'anno in Francia tra qualche anno. Per questo, però, lo Stato dovrebbe smettere di frenare con entrambi i piedi.

La sperimentazione clinica in corso fino al 2023 potrebbe eventualmente consentire approfitta della cannabis medica. Alcune zone grigie sulla legge, in particolare rispetto alla volontà del governo divietare la commercializzazione di foglie e fiori di CBD, ancora da chiarire.

Si ritiene che il 70% dei consumatori di CBD siano uomini

Spesso ci chiediamo chi siano gli utenti di CBD, a volte con lo stereotipo del fumatore di canna piuttosto giovane e hippie in mente. Questi luoghi comuni sono tuttavia lontani dalla realtà. Quindi chi è il tipico consumatore di CBD? È già un pubblico piuttosto maschile con 70% uomini consumatori contro il 30% delle donne. La fascia di età interessata è però molto più diffusa di quanto si possa pensare, con 53% dei consumatori di CBD che hanno meno di 35 anni e il 47% che ha 35 anni o più, di cui il 19% ha più di 45 anni.

Infine, con 10% delle persone che hanno almeno provato il CBD, la Francia si colloca abbastanza al di sotto della media europea, già al 16%, il che lascia prevedere un buon margini di miglioramento per il mercato CBD francese.

I 3 principali motivi per usare il CBD

In Francia, i dati pubblici sono ancora scarsi per comprendere le precise aspettative dei consumatori in termini di utilizzo del CBD. Dobbiamo quindi rivolgerci agli Stati Uniti. Un grande vincitore poi si distingue molto ampiamente poiché Il 40% dei consumatori di CBD afferma di usarlo per combattere il dolore. Molto indietro, ma sempre con il 20% dei voti, arriva il lotta contro l'ansia poi, all'11%, la volontà di dormire meglio grazie al CBD. problemi della pelle (acne, psoriasi, Ustione del sole, ecc.) e utilizzare per animali domestici fanalino di coda con solo l'1% dei consumatori che indica di concedere loro questo tipo di aspettativa.

La Francia è il più grande produttore di canapa in Europa

cbd coltivazione di canapa in francia min

L'eccezione francese: caccia alla cannabis quando il mercato della canapa rappresenta enormi opportunità di sviluppo

Questo viene spesso dimenticato poiché il governo prende regolarmente posizione contro la cannabis, ma con 18.000 ettari di coltivazione, la Francia è il principale produttore europeo di canapa... che è in definitiva la stessa pianta con un livello di THC regolamentato. Nel mondo, la Cina occupa il primo posto del podio, seguita da Canada che a sua volta è riuscita a superare la produzione francese solo dopo la piena legalizzazione della cannabis (medica e ricreativa), nell'ottobre 2018.

Secondo alcune stime, un ettaro di canapa coltivata promette al coltivatore 2.500 € di resa per ettaro, che è 8 volte più di un ettaro di grano ! Per ora, il canapa francese trova largo impiego per usi industriali e agricoli (corde, pacciamatura per animali, tessili, ecc.). Se la situazione dovesse semplificarsi per gli agricoltori, il potenziale della canapa francese potrebbe essere rivisto al rialzo, spiegando in parte come raggiungere gli 1,5 miliardi di euro di reddito annuo che il mercato del CBD in Francia potrebbe generare.

Il 51% dei francesi è favorevole alla legalizzazione della cannabis

Infine, per concludere questa panoramica del CBD in Francia, è importante rivedere per un momento l'opinione generale nei confronti della cannabis. un sondaggio pubblicato da Ifop nel giugno 2021 ha infatti portato alla luce che, per la prima volta dall'inizio dell'esistenza di questo tipo di barometri di opinione, più della metà dei francesi è favorevole alla depenalizzazione della cannabis. Non stiamo parlando di CBD qui, ma piuttosto di cannabis di qualsiasi tipo, sia per uso terapeutico che ricreativo.

Se siamo interessati a cannabis medica da solo, i numeri salgono ancora più in alto, con 78% di francese che gli sono favorevoli. Alla fine, 11% segnalare l'uso di cannabis per a uso ricreativo, qualunque cosa dica la legge.

Qui vanno ricordati due elementi importanti:

  • Ci sono più francesi che fumano cannabis che francesi che consumano CBD, che è comunque innocuo.
  • Questa cifra è una delle più alte d'Europa, nonostante leggi più repressive che altrove.

Non c'è quindi solo un posto per il mercato del CBD in Francia, ma anche argomenti a favore del suo sviluppo sia dal punto di vista della domanda che della salute pubblica e opportunità finanziarie che lui rappresenta.

Condividere: