Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.
Cultura-legale-Canada

Legalizzazione della cannabis in Canada, prima analisi

Il 17 ottobre 2018 è entrato nella storia della cannabis. Questa è la data in cui il legalizzazione della cannabis in Canada entrato in vigore. Da allora, è possibile utilizzare la cannabis senza temere di essere preoccupati dalla legge, anche per uso ricreativo. Più di un anno dopo la sua autorizzazione, cosa è successo all'uso della marijuana in Canada e quali sono stati i effetti sul mercato nero ? Weedy analizza i primi risultati.

Perché legalizzare la cannabis in Canada? Contesto storico

Parlamento-Ottawa-Canada
Ottawa è stato il primo governo del G20 a legalizzare la cannabis

Il Canada potrebbe essere iluno dei primi paesi a legalizzare la cannabislo è comunque non l'unico. Uruguay e alcuni stati americani furono i primi a pensarci. Perché allora la depenalizzazione canadese fa così tanto rumore? Probabilmente perché è il primo paese del G20 a fare il grande passo. un esempio che ci tocca più da vicino in Europae forse ancora di più in Francia, Belgio o Lussemburgo, dove condividiamo una cultura, persino una lingua comune.

Tuttavia, la decisione non è stata presa per capriccio. In Canada, la cannabis era vietato a livello federale dal 1923. Una prima notevole campagna di depenalizzazione ebbe luogo tuttavia nel 2003, grazie agli sforzi del primo ministro liberale Jean Chrétien (disegno di legge C-38).

Il consumo e la coltivazione erano quindi già possibili per qualsiasi cittadino in possesso di una prescrizione che raccomandasse che la cannabis fosse ottenuta da un medico canadese. Dando potere a un altro liberale, Justin Trudeau, nel 2015, i canadesi hanno permesso a colui che aveva fatto la legalizzazione della cannabis in Canada a promessa della campagna seguire le sue idee. Il dibattito ha effettivamente giocato a ruolo chiave nella campagna elettorale Consiglio federale di Justin Trudeau. La sua parola d'ordine? Elimina i profitti dal traffico organizzato.

Come è organizzata la vendita di cannabis legale in Canada?

Cultura-legale-Canada
La produzione legale di cannabis in Canada è un mercato fiorente

Il Canada è uno stato federale. Quindi ci sono disparità tra le diverse province. In Quebec per esempio, è il SQDC (Société québécoise du cannabis), una consociata della Société des alcools du Québec, che gestisce la vendita. Pur essendo una società Crown, si comporta come qualsiasi rivenditore privato, in particolare consentendo ai consumatori di ordinare online in completa riservatezza.

Dal lato del produttore, il il mercato è in forte espansione. Cannopy Growth, il numero uno al mondo nella coltivazione della cannabis, ad esempio, è stato istituito a Tweed (Ontario), dove la loro produzione si è moltiplicata di oltre 10 nel primo semestre dopo la legalizzazione della cannabis in Canada. Lo sviluppano tutti i tipi di prodotti, sia ricreativi che medici : capsule, oli e giunti pre-laminati in particolare.

Negozi legali vs. mercato nero, una scelta non sempre ovvia

Dove sta il problema il mercato nero costituisce ancora la maggior parte delle vendite. Le cifre variano ampiamente in base alla fascia d'età, ma esiste una chiara tendenza: più giovane è il consumatore, maggiore è la probabilità di attraversare il mercato nero. Secondo Statistiche Canada, questa cifra era quindi in giro 60% tra i 15/24 anni un anno dopo la legalizzazione, nel terzo trimestre del 2019. Secondo lo SQDC, queste cifre raggiungerebbero 80% in Quebec.

Ci sono diverse ragioni per queste cifre. A livello globale, i consumatori di marijuana riconoscono vantaggi per i negozi ufficiali. I venditori hanno familiarità con i prodotti, che lo sono anche qualità e ampiamente controllato. Tuttavia, questi negozi sono troppo spesso dentro Esaurito e pratica prezzi più alti che presso i rivenditori non autorizzati. Sempre secondo Statistics Canada, il prezzo medio per grammo sul mercato legale è quindi 10,23 dollari canadesi, contro 5,59 CAD sul mercato nero. Una differenza di prezzo spiegata in particolare da a processo di sicurezza alimentare rigoroso e costoso.

Lo stato dipende dai suoi fornitori per produrre di più e l'offerta non soddisfa ancora la domanda. Toronto (Ontario), ad esempio la più grande città del Canada, ha dovuto attendere 6 mesi dopo la legalizzazione per vedere aperti i suoi primi due negozi dedicati alla vendita di cannabis legale.

I profitti derivanti dalla legalizzazione della cannabis in Canada

Joint-prodotti derivati-cannabis
La legalizzazione della cannabis in Canada porta alla nascita di nuovi derivati

Il governo è, nelle menti delle persone, il primo beneficiario della legalizzazione della cannabis in Canada. Tuttavia, questi sono certamente i mercati da cui derivano i principali profitti. Il settore della cannabis ha rappresentato investimenti per $ 500 milioni nel 2018. Si prevedono dai 5 ai 10 miliardi di dollari entro il 2025.

Le articolazioni, la modalità storica di consumo di marijuana, sono lungi dall'essere l'unico obiettivo degli industriali. Un tutto nuovo gamma di prodotti derivati così appaiono sul mercato, ormai al solito Cosmetici da bere, attraverso lo stesso vettore industria alimentare. La cannabis si trova quindi sempre di più sui nostri piatti, le nostre barrette di cioccolato o i nostri gelati. Questi prodotti di nuova generazione sono già di gran moda negli Stati Uniti e sono sicuri che si diffonderanno gradualmente in Canada e in tutti i paesi che allentano le loro leggi.

Effetti della depenalizzazione su criminalità e sicurezza

L'uso della cannabis può essere legale in Canada, ma il settore della cannabis continua ad esserlo rigorosamente inquadrato dalla legge. il Governo canadese si basa quindi su un rigoroso quadro giuridico, che specifica in particolare le differenze tra province e territori, nonché le disposizioni legislative relative alla guida.

della unità di polizia speciali è stato addestrato nello screening dei conducenti. Proprio ora nessun aumento significativo dei crimini di cannabis è stato comunque notato. La legalizzazione avrebbe solo attratto 4% di nuovi consumatori.

Dal punto di vista legale, le pene detentive possono ora arrivare fino a 14 anni per i trafficanti, rispetto a 3 anni prima della depenalizzazione. Di conseguenza, i rischi per alcuni rivenditori sono ora troppo elevati da assumere in relazione agli utili. L'penalità aumentate, associato alla paura di veder crollare la propria attività con lo sviluppo del mercato legale, li incoraggia quindi a passare ad altri prodotti. I loro effetti sulla salute sono tuttavia molto più pericolosi. Questo è particolarmente il caso della cocaina.

Solo il futuro ci permetterà di disegnare conclusioni sugli effetti della legalizzazione della cannabis in Canada. Tuttavia, se il crimine e il consumo non sono aumentati in modo significativo, il sanzioni pesanti ora inflitto ai trafficanti potrebbe confermare un primo effetto perverso.

Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.