Morbo di Crohn: come può aiutare il CBD?

In Francia, il morbo di Crohn colpisce circa una persona su mille. Spesso diagnosticata nei giovani adulti (tra i 20 ei 30 anni), attacca principalmente il tratto digerente, provocando un'infiammazione nel suo percorso. Attualmente non è possibile curarlo e, se esistono trattamenti farmacologici e chirurgici per controllarlo, a volte portano a effetti collaterali piuttosto pesanti. il cannabidiolo (CBD) essendo riconosciuto per i suoi effetti antinfiammatori e l'assenza di effetti collaterali importanti, la questione dell'assunzione CBD contro il morbo di Crohn sorge legittimamente.

CBD contro il morbo di Crohn: da dove è nata l'idea?

morbo di crohn infiammazione dell'intestino min

La malattia di Crohn provoca un'infiammazione cronica dell'intestino

Il morbo di Crohn è un malattia infiammatoria dell'apparato digerente. Particolarmente fastidioso durante le riacutizzazioni, lo è anche cronico, rendendolo imprevedibile. Nello specifico, questo disturbo è caratterizzato da ispessimento e infiammazione del rivestimento del tubo digerente, a volte accompagnato daulcere, di crepe vedi anche perforazioni. Ogni focolaio dura fino a poche settimane, con periodi di remissione variabili (settimane o mesi, a volte anni).

Sorprendentemente, la malattia di Crohn è molto più comune in paesi industrializzati, soprattutto dal 1950. Ciò suggerisce l'importanza di fattori ambientali. il tabagisme è già riconosciuto come un'aggravante, ma l'importanza del dieta potrebbe certamente anche avere un'influenza. Tuttavia, la responsabilità del cibo che mangiamo non è stata (ancora?) chiaramente dimostrata.

Sintomi del morbo di Crohn

  • diarrea
  • nausea
  • Sangue nelle feci
  • Mal di stomaco (quando colpisce l'intestino crasso)
  • Dolore nella vendita inferiore, sul lato destro (quando si deposita all'estremità dell'intestino tenue)
  • Altri sintomi infiammatori non a carico dell'apparato digerente (afte, dolori articolari, eritema nodoso, uveite, infiammazione delle vie biliari, problemi vascolari in particolare).
  • Danno generale alla qualità della vita dei pazienti (stanchezza, ansia, depressione, anemia, calo ponderale).

La capacità del CBD di agire su molti di questi sintomi è il motivo principale che spinge i ricercatori ei pazienti di Crohn a interessarsi più da vicino.

Gli effetti del CBD per aiutare i pazienti di Crohn

Attribuiamo molte qualità al CBD, tuttavia non sempre scientificamente dimostrato. La sua capacità di agire contro l'infiammazione e quindi contro il dolore, è invece certamente quello di cui siamo più sicuri. Tanto che ci sono Trattamenti con CBD per il dolore riconosciuto, anche in Francia. Ad oggi non riguardano direttamente il morbo di Crohn, ma dimostrano che la comunità scientifica e i governi, anche i più scettici, riconoscono il Vantaggi del CBD contro infiammazioni e dolori.

Più concretamente, nel contesto del morbo di Crohn, il CBD potrebbe avere il vantaggio di:

  • Riduci l'infiammazione causando riacutizzazioni del morbo di Crohn.
  • Limita il dolore addominale causato dal morbo di Crohn o da altre IBD.
  • Elimina i radicali liberi grazie al suo potere antiossidante, e così via proteggere i tessuti gastrointestinali.
  • Regola la motilità intestinale il cui rallentamento provoca diarrea.
  • Migliorare la qualità complessiva della vita dei pazienti, in particolare limitando la nausea eanxiété causato da malattia.

Malattia infiammatoria intestinale (IBD)

Il morbo di Crohn è uno dei Malattie infiammatorie intestinali, o MICI. Troviamo anche sotto questo stesso nome il colite ulcerosa (o colite ulcerosa) e altro colite infiammatoria, per quanto più raro. La malattia di Crohn rimane la più comune poiché rappresenta 70% di MICI. In tutto, questi sono approssimativamente 200 persone che sono interessati in Francia, tutti sofferenti, più o meno intensamente ea volte in vari punti del tubo digerente, da un'infiammazione cronica del tubo digerente. Al di là del morbo di Crohn, tutte le IBD potrebbero così beneficiare degli effetti antinfiammatori del CBD.

Possiamo davvero curare il morbo di Crohn con le piante?

cbd e altre erbe per il morbo di crohn min

La cannabis non è l'unica pianta che potrebbe aiutare i pazienti di Crohn

Ne abbiamo parlato nell'introduzione, attualmente non c'è nessun trattamento, naturale o meno, per curare in modo permanente il morbo di Crohn. Tuttavia, oltre alle opzioni farmacologiche e chirurgiche, diverse piante sembrano avere un'influenza positiva sui sintomi della malattia. Agiscono principalmente a due livelli: stabilizzazione dell'apparato digerente e rafforzamento del sistema immunitario più generalmente.

ilanice è una delle piante spesso citate per combattere il morbo di Crohn poiché i suoi semi sono carichianetolo avere un effetto antispasmodico. Si trova anche nell'anice stellato, o anice stellato, che può essere utilizzato nelle infusioni per alleviare l'intestino.

La canapa, da cui si estrae il CBD, ha tuttavia il vantaggio di essere più completa. Infatti permetteagire sia sulla digestione che sul resto del corpo.

Quale CBD per alleviare il morbo di Crohn?

olio di cbd morbo di crohn min

L'olio di CBD è uno dei modi più efficaci (e legali!) per beneficiare degli effetti della cannabis contro il morbo di Crohn

Esistono dozzine di diversi prodotti CBD. Nel contesto del morbo di Crohn, è preferibile privilegiare un derivato di buona qualità, senza rilevabile e permettendo un sano modo di prendere. Quindi evita gli e-liquid CBD e preferisci ilOlio di CBD e gli infusi di canapa. Prodotti contenenti CBDA può anche essere interessante per la capacità del cannabinoide di farlo ridurre vomito e nausea. In caso di dubbio, la nostra guida dedicata spiega in dettaglio come fare trovare il giusto dosaggio di CBD per le tue particolari esigenze.

Attenzione: l'assunzione di CBD nel contesto del morbo di Crohn non sostituisce in alcun modo il monitoraggio medico personalizzato, né alcun trattamento convenzionale prescritto da un medico. Il CBD non è riconosciuto come trattamento in Francia e va quindi considerato per quello che è: un prodotto naturale in grado di migliorare la vita quotidiana.

Condividere: