L'olio di canapa e il CBD possono alleviare la psoriasi: ecco come

Immagine Titolo Valutazione Prezzo Carrello

Olio di CBD 15% Giorno - Gusto Mango

HUIJ15

26.00

Olio di CBD 15% notte - Gusto alle erbe

HUIN15

26.00

Le psoriasi è una malattia della pelle particolarmente dolorosa con cui convivere. Cronico e non avere nessun trattamento definitivo, al momento è possibile solo controllarlo.

Non daremo quindi false speranze in questo articolo: il CBD non riesce dove i trattamenti convenzionali continuano a fallire. Tuttavia, consente alleviare la pelle, per limitare la comparsa delle placche e quindi per dare conforto quotidiano a chi soffre di questa infiammazione.

Vediamo perché e come CBD, in crema o olio, può essere utile per la psoriasi.

Capire la psoriasi

psoriasi braccio min

La psoriasi è una malattia della pelle particolarmente invasiva e difficile da gestire

La psoriasi è un malattie infiammatorie e croniche della pelle. Si manifesta con spesse macchie rosse, ricoperte da squame biancastre. Queste squame sono infatti sottili strisce di pelle morta che si staccano dall'epidermide.

In particolare, la psoriasi si verifica quando le cellule della pelle si rinnovano molto più velocemente del normale, generalmente in 4 o 5 giorni, rispetto ai 28 giorni in tempi normali. A questo fenomeno si accompagnano pelle morta che perde continuamente pelo e infiammazioni, in particolare causate dall'incapacità della pelle di svolgere il suo ruolo protettivo contro le aggressioni esterne.

Di solito, le placche di psoriasi sono limitate a pochi posti come cuoio capelluto, piedi o gomiti. Può tuttavia diffuso in tutto il corpo, diventando particolarmente difficile da capire.

Quali sono le cause dello sviluppo della psoriasi?

La psoriasi è più comune di quanto pensi. Secondo l'associazione France Psoriasis, 2-3% della popolazione mondiale sarebbe quindi interessato, con cifre stimate tra 1,5 e 3 milioni di casi nella sola Francia. Le sue cause sono ancora poco conosciute, ma sembrano comunque emergere due tipi principali di fattori.

  • Psoriasi genetica: la malattia sembra favorevole a essere trasmessa da una generazione all'altra.
  • Psoriasi legata a fattori ambientali: lo stress, l'inquinamento, il tabacco, l'alcol e alcuni farmaci o trattamenti medici possono scatenarlo.

Al momento, possiamo solo vedere che la psoriasi è una malattia cronica, che si sviluppa continuamente per alcuni, in "riacutizzazioni" per altri. In ogni caso, fino ad oggi, non curabile. Tuttavia, capiamo sempre meglio come controllarlo.

In che modo il CBD può alleviare la psoriasi?

Olio di canapa CBD e psoriasi

Il CBD ha molte proprietà utili nella lotta contro la psoriasi

Una Uno studio del 2009, condotto congiuntamente da ricercatori americani e ungheresi, mette in evidenza il ruolo di a sistema endocannabinoide (SEC) cutaneo:

“Sembra che la funzione fisiologica primaria dell'ECS cutanea sia quella di controllare in modo costitutivo la proliferazione, la differenziazione e la sopravvivenza appropriate ed equilibrate, nonché la competenza immunitaria e/o la tolleranza, delle cellule della pelle. "

Nello specifico, lo studio mostra che, se riuscissimo ad agire su questa SEC, sarebbe potenzialmente possibile controllare l'infiammazione della pelle e il rinnovamento cellulare.

Più semplicemente, evoca l'opportunità di controllare la comparsa di malattie come la psoriasi, ma anche laacne, dermatite,eczema e altre lesioni cutanee. Il CBD potrebbe quindi svolgere un ruolo importante. Tuttavia, sono necessari studi più dettagliati per capire come determinare un protocollo e un dosaggio ideali.

Ciò che è comunque chiaro è che il CBD, consumato da via orale/sublinguale ou applicato localmente (particolarmente in crema) non è presente nessun effetto collaterale importante conosciuto. Sfortunatamente, questo non è sempre il caso degli attuali trattamenti per la psoriasi, che hanno alcune limitazioni.

Limitazioni degli attuali trattamenti per la psoriasi

psoriasi al galoppo min

Vivere con la psoriasi, soprattutto in forma avanzata, è una lotta quotidiana

Per i pazienti affetti da psoriasi, ci sono molti vincoli e convivere con questa malattia della pelle è difficile sia fisicamente che psicologicamente. Fisicamente, la pelle tira, prude, a volte fa male. Psicologicamente, devi imparare a convivere con gli occhi delle persone, la pelle secca che cade ovunque e il pensiero che la psoriasi potrebbe non andare mai via. Dobbiamo accettare, capire e, soprattutto, reimparare a convivere con.

Sfortunatamente, gli attuali trattamenti offerti dai dermatologi consistono alleviare i sintomi della psoriasi piuttosto che curarla. Tra i più comuni, troviamo principalmente creme e unguenti topici. La maggior parte di essi è a base di cortisone o altri corticosteroidi o catrame. Ci sono anche trattamenti orali che riducono l'attività del sistema immunitario (immunodepressivi), regolano il rinnovamento cutaneo (retinoidi) o bloccano l'azione di alcune sostanze immunitarie. Tuttavia, queste soluzioni non sono l'ideale.

Limitazioni ed effetti collaterali dei principali trattamenti per la psoriasi

  • Corticosteroidi topici: I derivati ​​del cortisone devono essere applicati localmente ogni giorno e possono causare ulteriori arrossamenti o addirittura assottigliamento della pelle. Inoltre non sono adatti in caso di infiammazione.
  • Catrame: blocca la moltiplicazione delle cellule della pelle, ma macchia i vestiti e ha un odore molto forte,
  • Immunosoppressori: possono causare disagi, disturbi digestivi, disturbi del fegato e non sono consigliati alle donne in gravidanza o che desiderano avere figli.
  • retinoidi: seccano la pelle e le mucose e sono vietati in gravidanza.

Come usare il CBD contro la psoriasi?

I trattamenti attuali sono soprattutto utili per loro proprietà antinfiammatorie e immunosoppressive. Alleviano quindi la persona che soffre di psoriasi riducendo il dolore e limitandone la progressione. Tuttavia, non sono una cura e hanno effetti collaterali.

Le CBD, noto per il suo azione lenitiva sulla pelle et antinfiammatorio appare quindi come una soluzione che unisce i vantaggi di alcuni trattamenti convenzionali... meno gli effetti indesiderati.

Secondo l'opinione di molti consumatori di CBD che soffrono di psoriasi, il cannabidiolo consente loro di farloidratare in profondità e nutrire la pelle, di limitare il rossore e alleviare il dolore. Nel migliore dei casi, le placche possono anche scomparire. Le opinioni dei consumatori concordano anche su un punto: una singola applicazione non fornisce buoni risultati. Solo uno uso regolare allevia alcuni sintomi della psoriasi dopo pochi giorni di utilizzo.

Come usare l'olio e le creme di CBD contro la psoriasi?

crema di CBD per psoriasi

Olio di canapa e Creme al CBD spettacolo molti vantaggi per la pelle. Un tale prodotto è almeno:

  • Rigenerante,
  • Antiossidante (rallenta l'invecchiamento cellulare),
  • Antinfiammatorio,
  • Idratante,
  • Calmante.

È anche possibile consumare ilOlio di CBD per via orale, Come integratore alimentare. Il suo apporto in acidi grassi e antiossidanti aiuta poi l'organismo a combattere più efficacemente gli attacchi esterni e quindi la proliferazione della psoriasi.

Anche l'olio di CBD come creme e unguenti è molto facile da usare nel massaggio ou semplicemente applicandoli delicatamente sulle zone doloranti in modo da idratare la pelle. Vi consigliamo per questo il nostro Balsamo nutrizionale al CBD.

Avvertimento : I derivati ​​del CBD non pretendono di sostituire i trattamenti convenzionali, né di essere una cura miracolosa per la psoriasi. Purtroppo, al momento in cui scrivo, non ne esistono. Tuttavia, possono portare un certo conforto quotidiano a chi soffre di questa malattia della pelle particolarmente difficile da sopportare, soprattutto nelle sue forme più avanzate. Se vuoi usare il CBD per la psoriasi, chiedi in anticipo il consiglio di un dermatologo.

Le psoriasi è una malattia della pelle particolarmente dolorosa con cui convivere. Cronico e non avere nessun trattamento definitivo, al momento è possibile solo controllarlo.

Non daremo quindi false speranze in questo articolo: il CBD non riesce dove i trattamenti convenzionali continuano a fallire. Tuttavia, consente alleviare la pelle, per limitare la comparsa delle placche e quindi per dare conforto quotidiano a chi soffre di questa infiammazione.

Vediamo perché e come CBD, in crema o olio, può essere utile per la psoriasi.

Capire la psoriasi

psoriasi braccio min

La psoriasi è una malattia della pelle particolarmente invasiva e difficile da gestire

La psoriasi è un malattie infiammatorie e croniche della pelle. Si manifesta con spesse macchie rosse, ricoperte da squame biancastre. Queste squame sono infatti sottili strisce di pelle morta che si staccano dall'epidermide.

In particolare, la psoriasi si verifica quando le cellule della pelle si rinnovano molto più velocemente del normale, generalmente in 4 o 5 giorni, rispetto ai 28 giorni in tempi normali. A questo fenomeno si accompagnano pelle morta che perde continuamente pelo e infiammazioni, in particolare causate dall'incapacità della pelle di svolgere il suo ruolo protettivo contro le aggressioni esterne.

Di solito, le placche di psoriasi sono limitate a pochi posti come cuoio capelluto, piedi o gomiti. Può tuttavia diffuso in tutto il corpo, diventando particolarmente difficile da capire.

Quali sono le cause dello sviluppo della psoriasi?

La psoriasi è più comune di quanto pensi. Secondo l'associazione France Psoriasis, 2-3% della popolazione mondiale sarebbe quindi interessato, con cifre stimate tra 1,5 e 3 milioni di casi nella sola Francia. Le sue cause sono ancora poco conosciute, ma sembrano comunque emergere due tipi principali di fattori.

  • Psoriasi genetica: la malattia sembra favorevole a essere trasmessa da una generazione all'altra.
  • Psoriasi legata a fattori ambientali: lo stress, l'inquinamento, il tabacco, l'alcol e alcuni farmaci o trattamenti medici possono scatenarlo.

Al momento, possiamo solo vedere che la psoriasi è una malattia cronica, che si sviluppa continuamente per alcuni, in "riacutizzazioni" per altri. In ogni caso, fino ad oggi, non curabile. Tuttavia, capiamo sempre meglio come controllarlo.

In che modo il CBD può alleviare la psoriasi?

Olio di canapa CBD e psoriasi

Il CBD ha molte proprietà utili nella lotta contro la psoriasi

Una Uno studio del 2009, condotto congiuntamente da ricercatori americani e ungheresi, mette in evidenza il ruolo di a sistema endocannabinoide (SEC) cutaneo:

“Sembra che la funzione fisiologica primaria dell'ECS cutanea sia quella di controllare in modo costitutivo la proliferazione, la differenziazione e la sopravvivenza appropriate ed equilibrate, nonché la competenza immunitaria e/o la tolleranza, delle cellule della pelle. "

Nello specifico, lo studio mostra che, se riuscissimo ad agire su questa SEC, sarebbe potenzialmente possibile controllare l'infiammazione della pelle e il rinnovamento cellulare.

Più semplicemente, evoca l'opportunità di controllare la comparsa di malattie come la psoriasi, ma anche laacne, dermatite,eczema e altre lesioni cutanee. Il CBD potrebbe quindi svolgere un ruolo importante. Tuttavia, sono necessari studi più dettagliati per capire come determinare un protocollo e un dosaggio ideali.

Ciò che è comunque chiaro è che il CBD, consumato da via orale/sublinguale ou applicato localmente (particolarmente in crema) non è presente nessun effetto collaterale importante conosciuto. Sfortunatamente, questo non è sempre il caso degli attuali trattamenti per la psoriasi, che hanno alcune limitazioni.

Limitazioni degli attuali trattamenti per la psoriasi

psoriasi al galoppo min

Vivere con la psoriasi, soprattutto in forma avanzata, è una lotta quotidiana

Per i pazienti affetti da psoriasi, ci sono molti vincoli e convivere con questa malattia della pelle è difficile sia fisicamente che psicologicamente. Fisicamente, la pelle tira, prude, a volte fa male. Psicologicamente, devi imparare a convivere con gli occhi delle persone, la pelle secca che cade ovunque e il pensiero che la psoriasi potrebbe non andare mai via. Dobbiamo accettare, capire e, soprattutto, reimparare a convivere con.

Sfortunatamente, gli attuali trattamenti offerti dai dermatologi consistono alleviare i sintomi della psoriasi piuttosto che curarla. Tra i più comuni, troviamo principalmente creme e unguenti topici. La maggior parte di essi è a base di cortisone o altri corticosteroidi o catrame. Ci sono anche trattamenti orali che riducono l'attività del sistema immunitario (immunodepressivi), regolano il rinnovamento cutaneo (retinoidi) o bloccano l'azione di alcune sostanze immunitarie. Tuttavia, queste soluzioni non sono l'ideale.

Limitazioni ed effetti collaterali dei principali trattamenti per la psoriasi

  • Corticosteroidi topici: I derivati ​​del cortisone devono essere applicati localmente ogni giorno e possono causare ulteriori arrossamenti o addirittura assottigliamento della pelle. Inoltre non sono adatti in caso di infiammazione.
  • Catrame: blocca la moltiplicazione delle cellule della pelle, ma macchia i vestiti e ha un odore molto forte,
  • Immunosoppressori: possono causare disagi, disturbi digestivi, disturbi del fegato e non sono consigliati alle donne in gravidanza o che desiderano avere figli.
  • retinoidi: seccano la pelle e le mucose e sono vietati in gravidanza.

Come usare il CBD contro la psoriasi?

I trattamenti attuali sono soprattutto utili per loro proprietà antinfiammatorie e immunosoppressive. Alleviano quindi la persona che soffre di psoriasi riducendo il dolore e limitandone la progressione. Tuttavia, non sono una cura e hanno effetti collaterali.

Le CBD, noto per il suo azione lenitiva sulla pelle et antinfiammatorio appare quindi come una soluzione che unisce i vantaggi di alcuni trattamenti convenzionali... meno gli effetti indesiderati.

Secondo l'opinione di molti consumatori di CBD che soffrono di psoriasi, il cannabidiolo consente loro di farloidratare in profondità e nutrire la pelle, di limitare il rossore e alleviare il dolore. Nel migliore dei casi, le placche possono anche scomparire. Le opinioni dei consumatori concordano anche su un punto: una singola applicazione non fornisce buoni risultati. Solo uno uso regolare allevia alcuni sintomi della psoriasi dopo pochi giorni di utilizzo.

Come usare l'olio e le creme di CBD contro la psoriasi?

crema di CBD per psoriasi

Olio di canapa e Creme al CBD spettacolo molti vantaggi per la pelle. Un tale prodotto è almeno:

  • Rigenerante,
  • Antiossidante (rallenta l'invecchiamento cellulare),
  • Antinfiammatorio,
  • Idratante,
  • Calmante.

È anche possibile consumare ilOlio di CBD per via orale, Come integratore alimentare. Il suo apporto in acidi grassi e antiossidanti aiuta poi l'organismo a combattere più efficacemente gli attacchi esterni e quindi la proliferazione della psoriasi.

Anche l'olio di CBD come creme e unguenti è molto facile da usare nel massaggio ou semplicemente applicandoli delicatamente sulle zone doloranti in modo da idratare la pelle. Vi consigliamo per questo il nostro Balsamo nutrizionale al CBD.

Avvertimento : I derivati ​​del CBD non pretendono di sostituire i trattamenti convenzionali, né di essere una cura miracolosa per la psoriasi. Purtroppo, al momento in cui scrivo, non ne esistono. Tuttavia, possono portare un certo conforto quotidiano a chi soffre di questa malattia della pelle particolarmente difficile da sopportare, soprattutto nelle sue forme più avanzate. Se vuoi usare il CBD per la psoriasi, chiedi in anticipo il consiglio di un dermatologo.

Condividere: