Prodotti solari CBD: utili nella protezione come nel doposole?

Sappiamo che il cannabidiolo (CBD) è lenitivo, tanto per i nostri muscoli quanto per la nostra mente e anche per la nostra pelle. La prova è che il CBD è stato a lungo trovato in creme idratanti, cosmetici e trattamenti per l'acne. Oggi, questi sono i file Prodotti solari CBD che stanno iniziando a imporsi sul mercato, sia in crema protettiva qu'en soluzione doposole (soprattutto contro le scottature). Il motivo dell'arrivo di questi nuovi prodotti? Si dice che il CBD abbia proprietà anti-UV. Il team di Weedy.fr torna oggi a ciò che già sappiamo potenziali benefici della combinazione di olio di canapa e sole.

Olio di canapa e prodotti solari: un binomio logico?

Le creme al CBD saranno le protagoniste della nostra estate?

Le creme al CBD saranno le protagoniste della nostra estate?

Non c'è niente di più bello che rilassarsi al sole, con un buon libro o una bibita fresca in mano. Tuttavia, in caso di esposizione prolungata, attenzione alle scottature! Nello specifico, la nostra pelle brucia quando lo è esposto ai raggi UVB emesso dal sole. A breve termine, la sensazione è sgradevole: arrossamento, formicolio, sensazione di bruciore. In pochi giorni, una o due settimane nei casi peggiori, la nostra pelle si rinnova però e la scottatura solare è solo un brutto ricordo. A lungo termine, tuttavia, i rischi sono molto maggiori: UVA cette fois promuovere la comparsa di alcuni tipi di cancro, provocare reazioni allergiche e invecchiamento precoce della pelle.

È pertanto indispensabile per proteggersi dai raggi ultravioletti del sole. È qui che entra in gioco l'olio di canapa, poiché si dice che abbia proprietà anti-UV.

L'olio di canapa è anti-UV

Secondo uno Uno studio del 2002 condotto congiuntamente da ricercatori del British Columbia Agri-Food Research Center (Canada) e della National Agronomic School di Montpellier, si dice che l'olio di canapa abbia un fattore di protezione solare naturale di 6. Nel indizio gergo, stiamo parlando di SPF6, per Fattore di protezione solare. In termini di protezione solare, questo collocherebbe l'olio di canapa nella categoria 1, o basso, SPF, che comprende filtri solari di SPF da 6 a 10.

Questi risultati hanno almeno due conseguenze:

  • Spargersi sull'olio di CBD non è sufficiente per proteggersi da qualsiasi rischio di scottature.
  • Tuttavia, la pianta presenta a potenziale reale per sviluppare prodotti solari con olio di canapa.

Quest'ultima affermazione è tanto più vera se noi associa all'olio di semi di canapa il proprietà lenitive del CBD. Scaviamo un po 'più a fondo in quella direzione.

Creme solari al CBD e altri prodotti di prevenzione

Il CBD aiuterà a rafforzare la protezione delle creme naturali?

Il CBD aiuterà a rafforzare la protezione delle creme naturali?

La miglior difesa è spesso l'attacco. Contro le scottature solari e altri effetti avversi legati all'esposizione a UVA e UVB, la migliore strategia da adottare è quindi quella di proteggi la tua pelle. Con la sua capacità di proteggersi dagli attacchi del sole, la pianta di cannabis può aiutarci in questo. Pertanto, non solo l'olio di cannabis (estratto dai semi) ha un indice di protezione ma, associato al CBD, contribuisce anche a a idratazione continua della pelle. Gli acidi grassi assimilati dalla nostra pelle vengono infatti a nutrirla. Gli altri, rimanendo in superficie, fanno da barriera al calore del sole. Il tutto lasciando passare la vitamina D., essenziale per il nostro corpo e filtrato da molti prodotti chimici solari sul mercato attuale.

Filtri solari organici contro prodotti chimici

Come abbiamo accennato, l'indice di protezione di un olio di canapa è stimato a 6, una protezione quindi relativamente bassa, il che significa che questo olio non è sufficiente per proteggere efficacemente e durevolmente i raggi UV. Tuttavia, dobbiamo anche notare un punto importante: i filtri solari naturali presenti sul mercato attuale non possono raggiungere prestazioni così elevate come i filtri solari “chimici”. In attesa di ulteriori studi, rimane quindi una domanda: dovremmo optare per una crema solare al CBD che combini l'olio di cannabis e le tradizionali sostanze chimiche delle creme solari o possiamo vedere nell'olio di cannabis un'opportunità per sviluppare un prodotto solare naturale al 100% ed efficaci come le creme più efficaci del momento? Il futuro ce lo dirà sicuramente.

Olio di canapa CBD per lenire la pelle dopo l'esposizione al sole

Il CBD potrebbe aiutare la nostra pelle a guarire dopo una scottatura solare

Il CBD potrebbe aiutare la nostra pelle a guarire dopo una prolungata esposizione al sole

Quando non hai pensato di proteggerti dal sole, hai optato per un fattore di protezione troppo basso o hai dimenticato di rinnovare la tua crema solare, l'inevitabile scottatura sta arrivando. Inoltre, l'olio di canapa e il CBD possono essere di grande aiuto. E questa volta, sappiamo un po' meglio come ciò sia possibile:

  • Il CBD ha proprietà antinfiammatorie che aiutano a calma il dolore e il prurito,
  • Il CBD aiuta ridurre l'irritazione della pelle ed è stato utilizzato per molto tempo come trattamento dell'acne,
  • Olio di CBD, per definizione grasso, nutre la pelle e quindi contribuisce alla sua riparazione,
  • Le proprietà antibatteriche del CBD lo consentonoevitando alcune infezioni che potrebbero attaccare la pelle bruciata,
  • Le sue proprietà antiossidanti contribuiscono a lotta contro la proliferazione dei radicali liberi nel corpo.

Calma una scottatura solare con l'olio di canapa CBD

Se sei stato scottato dal sole, la cosa più importante è farlo idratarti. Questo vale per la tua pelle, ma anche per il resto del tuo corpo, quindi bere un po' più acqua del solito non è una cattiva idea! Per quanto riguarda la tua pelle, qualsiasi Balsamo, crema o lozione al CBD può essere applicato direttamente sul rossore. Una Olio di canapa CBD può anche essere adatto per alleviare le scottature. Pensa a lavare prima la pelle con acqua pulita, questo renderà più facile per il CBD entrare nelle cellule. Allora puoi rinnovare l'applicazione ogniqualvolta sia necessario, almeno fino alla penetrazione della prima mano. In pochi giorni, non dovresti più essere disturbato dalle tue scottature!

Condividere: