Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.
Uno spray alle erbe secche può sfruttare la materia prima

Come usare (e pulire!) Correttamente il tuo vaporizzatore CBD?

Estetico, pratico, meno dannoso per la salute, il vaporizzatore è ora in quasi tutte le tasche! Tuttavia, sia che tu non abbia mai vaporizzato il cannabidiolo (CBD), nuovo per il prodotto o che provenga dalla combustione, è probabile che tu non abbia familiarità con il funzionamento di questo piccolo dispositivo. Il team di Weedy rispondere a Domande frequenti utenti e spiega come usare correttamente un vaporizzatore.

Vaporizzatore per erbe secche o e-liquid CBD: quali sono le differenze?

Uno spray alle erbe secche può sfruttare la materia prima
Uno spray alle erbe secche può sfruttare la materia prima

Dal punto di vista del dispositivo e del suo funzionamento, la differenza non è evidente. In effetti, il vaporizzatore come sigaretta elettronica lo consenteinalare i principi attivi rilasciato riscaldando il prodotto invece di fumarlo. La differenza si fa a livello di prodotto consumato. Il e-liquido per le sigarette elettroniche, sebbene a volte abbia le caratteristiche delle varietà di cannabis cult (limone Kush, Super Skunk, Amnesia), sono prodotti trasformati.

Al contrario, il vaporizzatore lo consente sfruttare la materia prima, da cui non sono stati estratti cannabinoidi, terpeni e flavonoidi. È quindi un file prodotto puro, allo stato naturale (essiccato o no).

Perché usare un vaporizzatore?

Il vaporizzatore lo permettesfruttare gli aromi e gli effetti di piante diverse senza provocare combustione. Infatti, grazie a a temperatura più bassa, le piante non bruciano. Molti principi attivi nocivi, che emergono ad esempio dal fumo di una sigaretta classica, sono così assenti dallo svapo, rendendolo più delicato sui polmoni e, di conseguenza, meno dannoso per la salute.

Il vapore di un vaporizzatore è molto più fluido del fumo
Il vapore di un vaporizzatore è molto più fluido del fumo

Come vaporizzare il CBD?

La vaporizzazione del CBD è semplice e coinvolgente sbriciolare la sua erba quindi imballarlo nel serbatoio del vaporizzatore. Quindi non ti resta che accendere il dispositivo, scegliere la temperatura desiderata e goderti gli aromi e gli effetti della pianta selezionata. Per un vaporizzatore a conduzione (torniamo su questo), scegli un file erba finemente macinata e serbatoio ben riempito. Puoi comprimere leggermente, facendo attenzione a evitare di ottenere un blocco troppo compatto. Al contrario, preferisci sbriciolare meno la tua erba per a vaporizzatore a convezione, in quale l'aria deve circolare più liberamente.

Qual è la temperatura ideale per svapare il CBD?

Dipende dal prodotto derivato che scegli! Il Infiorescenze di CBD sono quelli che richiedono il minimo calore per diffondere i loro effetti (160 ° C). Il resine richiedono qualche grado in più e la pianta si concentra ancora di più, a seconda della loro natura. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei vaporizzatori te lo consente regolare la temperatura sul valore di vostra scelta o su temperature pre-programmate.

È anche importante notare che il terpeni e flavonoidi, responsabili degli aromi, sono molto volatili e attivare a basse temperature. Puoi divertirti da 120/140 ° C, a seconda delle molecole. Oltre a ciò, iniziano a degradarsi. Superiore a 180/200 ° C, i terpeni scompaiono completamente, non permettendo più di godere degli aromi naturali della pianta.

Il mio vaporizzatore non produce vapore, è normale?

La produzione di vapore dipende direttamente dal file temperatura di riscaldamento, ma anche pianta all'interno della vasca. Per le temperature più basse, che sono anche quelle in cui trarrai maggior beneficio dagli aromi della pianta scelta, è del tutto possibile che il quantità minima di vaporeo addirittura inesistente. Lo stesso vale per alcune piante. Questo è abbastanza normale e non significa che il tuo vaporizzatore non funzioni!

Quali sono i diversi tipi di vaporizzatori?

ci sono vaporizzatori da salone (potente ma ingombrante), vaporizzatori più leggeri, (senza batteria ma necessita di una fonte di calore esterna) e infine vaporizzatori portatili, preferiti dai consumatori per la loro praticità e prezzi accessibili.

Sono essi stessi classificati in base al loro tipo di riscaldamento:

  • Convezione: la fonte di calore è sotto le piante. I sapori rimangono più a lungo da allora il materiale vegetale è meno attaccatoe non a diretto contatto con il calore tra le lamelle. È poi l'aria calda che vaporizza le piante.
  • Conduzione: le pareti della camera riscaldano direttamente il materiale. Non è quindi necessario inalare così forte e per molto tempo per godere dei sapori dell'erba, che invece subisce un riscaldamento continuo.
  • Ibrido: miscela dei due, a volte con una preferenza per l'uno o l'altro tipo di riscaldamento.

Qual è il miglior vaporizzatore?

Dipende dai tuoi desideri e bisogni, sapendo che i vaporizzatori a convezione sono preferiti per gusto, ma costano di più. Nel Weedy, la nostra scelta è in particolare sul vaporizzatore Pax 2 o più recente Pax 3. Questa gamma presenta vaporizzatori tra le più piccole ed eleganti sul mercato. Favorendo la conduzione, beneficiano comunque di una tecnologia che consente a svapo di qualità, mescolato con a maggiore autonomia. Laddove il vaporizzatore medio sul mercato deve essere ricaricato dopo 45 minuti a un'ora, la Pax dura fino all'1: 30. Ideale per uno svapo discreto dove vuoi, quando vuoi.

Come mantenere il tuo vaporizzatore CBD?

Senza una manutenzione regolare, il vaporizzatore si intasa al punto da intasarsi
Senza una manutenzione regolare, il vaporizzatore si intasa al punto da intasarsi

La manutenzione del tuo vaporizzatore consiste in pulire regolarmente. Grazie alla regolare manutenzione, sarai in grado di ottenere prestazioni migliorie mantieni il tuo dispositivo nel tempo. Rimuovere il boccaglio per raggiungere il camera di vaporizzazione. Quindi devi solo pulire i diversi elementi (camera, condotto, ugello) usandoalcool isopropilico, facilmente reperibile al supermercato. Per goderti appieno le tue sessioni di vaporizzazione, non dimenticare di accompagnare la manutenzione del tuo vaporizzatore con un buona conservazione del tuo CBD.

Per concludere: come usare facilmente il tuo vaporizzatore?

  1. Prepara il materiale vegetale
  2. Riempi la camera del vaporizzatore
  3. Accendi il dispositivo
  4. Impostare la temperatura di riscaldamento (a partire da una temperatura bassa)
  5. Inspirare lentamente (conduzione) o più intensamente (convezione)
  6. Spegni il vaporizzatore
  7. Inspira un'ultima volta (raffredda la ciotola ed evita gli odori in tasca / borsa)
  8. Svuota il materiale utilizzato
  9. Pulisci il vaporizzatore
Carrello Articolo cancellato annuler
  • Nessun prodotto nel carrello.